Escluso da NCD Bellavia si toglie qualche sassolino. “Failla esegue ordini come un militare”

954

“A completamento della “telenovela” con cui qualche mese addietro, a seguito di una mia fantomatica approvazione dell’aumento della Tari (mai votata, come si può evincere dagli atti), è pervenuta al Presidente del Consiglio Comunale, d.ssa L. Montagnino, una nota scritta dal consigliere del Ncd Failla che, con il grado di capogruppo (così in maniera inverosimile scrive , confondendo la politica con la vita militare dove esistono “i gradi”, ma evidentemente la forma mentis è improntata al concetto di esecuzione di ordini) comunica alla stessa la mia esclusione dal partito con il quale sono stato eletto. Mi limito semplicemente ad osservare che, in politica, più che negli altri campi, bisogna dare l’esempio di correttezza e di trasparenza”. Si toglie qualche sassolino dalla scarpa il consigliere comunale Rino Bellavia, nei cui confronti è stata formalizzata l’estromissione dal gruppo consiliare NCD.

“Il comunicato andava fatto dai Responsabili del partito in primis all’interessato e contestualmente al Presidente del Consiglio Comunale. Questa è la prova ulteriore, ammesso che ce ne fosse di bisogno, della improvvisazione, del dilettantismo e della totale mancanza di rispetto della persona con cui viene gestito il partito (o quello che è rimasto) a Caltanissetta”.

“Ringrazio comunque il partito che mi ha dato la possibilità di candidarmi e, nonostante gli ostacoli che mi ha frapposto, di essere eletto. Ovviamente comunicherò in forma ufficiale, come correttezza vuole, il gruppo politico a cui aderirò, afferma Bellavia che augura all’NCD “in bocca al lupo per i prossimi passaggi elettorali che, con questi “coupe de theatre”, sicuramente saranno forieri di successi”.

Commenta su Facebook