Erbacce ovunque, il consigliere comunale Bruzzaniti attacca l’amministrazione: “Una gestione del verde pubblico imbarazzante”

586

Pubblichiamo di seguito una nota a firma del consigliere comunale Gianluca Bruzzaniti che fa seguito anche alle proteste dei cittadini di questi giorni sulla gestione del verde pubblico:

La gestione cittadina è a dir poco “imbarazzante” sotto ogni punto di vista, ma in questi giorni ritengo doveroso soffermarmi sulla terribile e vergognosa situazione in cui versa la città dal punto di vista della “gestione del verde pubblico”.

Ogni angolo della città, ogni marciapiede, ogni scalinata (nella foto la scalinata tra via Maddalena Calafato e viale Trieste), ogni strada, ogni siepe ed ogni aiuola, risultano totalmente abbandonate a se stesse, prive di manutenzione.

Ogni anno in questo periodo la problematica è emersa, ma quest’anno più degli altri è visibile lo stato di degrado in cui versa la nostra città.

Due sono i soggetti che intervengono nella gestione del verde pubblico cittadino: da un lato la società Caltambiente, a cui è affidato il servizio di scerbamento, ovvero la rimozione di tutte le erbacce infestanti spontanee che crescono a margine delle strade, dei marciapiedi e delle scalinate, dall’altro l’amministrazione comunale che attraverso i propri operai o grazie all’ausilio di società esterne, dovrebbe intervenire nella manutenzione di parchi, villette, siepi, alberi, rotatorie, spartitraffico, ecc.

Se da un lato, però, tendo a giustificare Caltambiente, che informalmente mi comunica che, essendo previsti da contratto due soli interventi di scerbamento, ha ritenuto opportuno ritardare gli stessi, al fine di garantire ai cittadini una città più pulita e decorosa nei mesi più caldi, periodo in cui le erbacce causano più problemi ai cittadini, dall’altro lato non comprendo come l’amministrazione non abbia programmato per tempo tutti quegli interventi utili a garantire, prima ancora che il decoro della città, la salute dei cittadini, che in alcuni casi rischiano anche l’incolumità in diversi incroci cittadini, a causa della scarsissima visibilità.

Solo da pochi giorni, l’amministrazione ha affidato ad una ditta esterna il servizio di manutenzione del verde, come se solo ora avesse scoperto che la città, ogni anno, a fine inverno, necessita di interventi sul verde pubblico, modo da non trovarci nel mese di aprile con l’intera città infestata dalle erbacce ed in totale stato di degrado.

Mi corre l’obbligo di ringraziare tutte quelle attività commerciali che, attraverso l’adozione di rotatorie e aiuole, con fondi propri, rendono più decorosa la nostra città sostituendosi spesso a questa “improvvisata” amministrazione.

Una soluzione potrebbe essere quella di aggiungere qualche ulteriore intervento sul verde, nel contratto con Caltambiente, o ancor meglio strutturare un gruppo di operai comunali, che in maniera periodica intervengano sul verde cittadino.

Sembra assurdo che anche su questa tematica l’amministrazione Ruvolo sia intervenuta in nettissimo ritardo, così come ha fatto lo scorso anno per la derattizzazione, così come ha fatto con l’organizzazione degli eventi natalizi, così come ha fatto con la promozione della Settimana Santa e tanto altro ancora….su tutto sono sempre confusi ed in ritardo….o forse sono semplicemente “incapaci”.

Commenta su Facebook