Erbacce da togliere? Nessun problema, ci pensa l’avv. Alfonso Gucciardo.

2531

L'avv. Gucciardo al lavoro (4)Ci volevano lo spirito e l’intraprendenza di Alfonso Gucciardo, noto avvocato nisseno, per fare un po’ di clamore su qualcosa che definire disdicevole sarebbe un eufemismo.  “Motivo del contendere” le erbacce che crescono rigogliose – quasi fossero concimate – sul marciapiedi, lato biblioteca Scarabelli, che va da S. Lucia sino alla chiesa del Collegio. Una di quelle cose alle quali si può credere soltanto se si vedono ed è per questo che abbiamo voluto documentare con diverse foto, uno sconcio che fa del “salotto buono” della città, un simbolo dell’abbandono e della trascuratezza. L’avv. Gucciardo, non potendo tollerare oltre il persistere di queste sconcezze, armato di buona volontà e, soprattutto, di zappetta si sta adoperando per ridare un po’ di dignità al quel tratto di corso Umberto che sembra voler fare concorrenza al tristemente famoso tratto di strada che da piazza Garibaldi porta al viale Regina Margherita.

Naturalmente, la lodevole iniziativa  persegue l’obiettivo di fare intendere all’Amministrazione Comunale che la città non può essere tenuta in questo modo. Che la città non è solo da piazza Garibaldi al Collegio e che un minimo di decoro va riconosciuto a tutto il centro abitato.

Intervista all’avv. Alfonso Gucciardo

“Vorrei far capire ai miei amici concittadini  – dice l’avv. Gucciardo – che la città non deve essere affidata soltanto ed esclusivamente agli Amministratori, ma deve essere anche curata da ogni persona che vive in questa città e che, di conseguenza, l’ama”.

Il volenteroso professionista vuole dimostrare il suo amore per la città anche con un’altra bella  iniziativa e cioè rifare, a spese sue,  il look Corso Umberto invaso dalle erbacce (10)all’aiuola di piazza Tripisciano per farne un punto attrattivo della città. Ha già fatto redigere – d’accordo con l’Amministrazione –  un progetto ad un vivaista di Caltanissetta e a fine settembre – primi di ottobre, saranno messe a dimora nella storica piazzetta, delle piante particolari alla cui cura provvederà il titolare del bar che da qualche tempo che insiste sulla piazzetta e che, a quanto pare, sta avendo un certo successo.

Ci auguriamo, al di là dl fatto emblematico, che l’iniziativa del simpatico avvocato serva  da stimolo per i nostri Amministratori e li induca ad  intervenire in alcuni luoghi della città (ce ne sono tanti)  che stanno assumendo connotazioni di degrado veramente inaccettabili.

“Invito tutti i concittadini – conclude l’avv. Gucciardo, quasi lanciando una sfida –  a segnalarmi zone della città che necessitano di manutenzione. Noi (assieme al figlio Giorgio, ndr) ci andremo e cercheremo di fare del nostro meglio”.

Il messaggio ci sembra molto chiaro. Chi ha orecchie da intendere, intenda.

 

Commenta su Facebook