“EquoMondo” i piatti dell’Africa dalle mani dei giovani dello Sprar di “Casa Nostra”

707

Giovedì 25 agosto 2016 alle ore 20,00 a Caltanissetta nel piazzale antistante La Bottega del Mondo Equamente in Via M. Amari 3 si terrà l’evento EquoMondo, cibo musica, parole ed emozioni promosso e organizzato dalla Cooperativa Etnos del capoluogo nisseno.

“EquoMondo è un’esperienza, un cortile aperto dove sarà possibile, tra le bancarelle fare un viaggio in Africa. Tra colori, profumi, cibi e parole, i giovanissimi ragazzi dello Sprar di Caltanissetta animeranno una serata dove la condivisione sarà la vera protagonista. Tanti i piatti proposti: dal couscous del nord Africa al tajine del Marocco, al benachin del Gambia.>>Afferma la responsabile della struttura d’accoglienza che ospita i minori Maria Rosaria Bufalino. << Un viaggio tra i sapori di terre lontane e tra i colori di bandiere. I ragazzi minori ospiti dello Sprar “Casa Nostra” di Caltanissetta sono stati impegnati nelle ultime settimane in diversi laboratori artistici, di italiano, di poesia, musica e scrittura creativa, tutti finalizzati all’organizzazione dell’evento. L’iniziativa, nata dalla sinergia tra lo Sprar, la Bottega Solidale Equamente e diverse maestranze locali, ha il preciso intento di ravvivare le strade della città in questo fine agosto, ma soprattutto di far conoscere, a livello locale, micro realtà etniche che nella provincia vivono e convivono”.LocandinaEquoMondo

L’evento sarà una vera e propria festa che mette al centro dell’attenzione la reciproca conoscenza, i minori coinvolti saranno protagonisti di un “reading teatrale”, dove saranno vive le loro voci e i suoni della loro terra. Le poesie sono tutte nate da un’appassionata ricerca che i minori hanno condotto insieme ai loro operatori, e da alcuni laboratori di scrittura creativa dove la pioggia di parole in varie lingue ha dato vita a vere e proprie poesie dove cieli, bandiere e speranza prestano la voce a giovani volti.

“La Bottega del Mondo Equamente, che nella stessa giornata sarà riaperta al pubblico dopo una veloce ristrutturazione, si conferma così un fulcro essenziale in città per la diffusione di un approccio responsabile all’immigrazione e di sostegno ai Paesi del Sud del Mondo, grazie a queste iniziative culturali e al commercio equo e solidale. Un abbraccio tra popoli quindi, mosso dalla consapevolezza che la pace si costruisce a piccoli passi, il progetto EquoMondo continuerà nei prossimi mesi con un ricco calendario di incontri e iniziative”.

Commenta su Facebook