Entro l’autunno il congresso del Partito Democratico per la nuova segreteria cittadina

1524

Dopo lo scontro tra i circoli, il Partito Democratico nisseno cerca di abbassare i toni. Stop alla guerra dei comunicati, l’informazione verso l’esterno sia incentrata sui contenuti. E’ questa la regola non scritta a cui si stanno attenendo i protagonisti dei circoli in vista del congresso cittadino, che porterà all’elezione del nuovo segretario dell’Unione Comunale del Partito Democratico a Caltanissetta.

Cigna - Gallè - Petrantoni - PDAscoltando i principali esponenti dei vari circoli, infatti, le intenzioni sembrano le stesse. “Non si può dare l’immagine di una guerra di posizioni, semmai ci si confronti, anche duramente, sui contenuti”.

Entro l’autunno, tra ottobre e novembre, si celebrerà il congresso democratico per la nuova segreteria cittadina. Un passaggio fondamentale, visto che l’interlocuzione con la nuova giunta del sindaco Giovanni Ruvolo, al momento è affidata ai singoli circoli che, alla luce delle polemiche di luglio, non hanno mai agito in modo unitario tramite il coordinamento che era stato composto per la fase di transizione.

Insomma c’è da rimettere in piedi la macchina del Partito a livello comunale, anche perché, fanno notare alcuni renziani, l’appoggio alla giunta sebbene sia scontato, non deve essere acritico, sic e simpliciter. Il PD deve fare le sue proposte e testare la disponibilità concreta dell’amministrazione, “tornare a difendere le fasce deboli”.

All’ordine del giorno ci sono temi cruciali come il nuovo bando dei rifiuti, le nuove tasse, Tasi e Tari, il piano regolatore, i provvedimenti per le fasce deboli, la mobilità urbana, e a questi appuntamenti il PD deve arrivare con un segretario cittadino legittimato politicamente, se non vuole essere marginale agli occhi degli elettori.Pd Centro Storico

A garantire che il congresso si svolgerà entro l’autunno è il segretario provinciale, Giuseppe Gallè. L’assemblea provinciale del partito sarà convocata entro settembre per varare il regolamento con cui sarà celebrato il congresso dell’unione comunale. Niente di trascendentale, le regole sono in larga parte già stabilite dallo statuto del Partito, “ma si cercherà di innovare qualcosa in modo condiviso e soprattutto velocemente”, prima di convocare, per la sua prima composizione, l’assemblea dell’Unione comunale, che sarà composta dai delegati dei circoli in proporzione degli iscritti.

A valere saranno le tessere del 2013, mentre il nuovo tesseramento 2014 non sarà valido per la partecipazione al congresso. Chi si è iscritto nel 2014, però, potrà far parte dell’elettorato passivo, ovvero essere votato alle cariche di partito.

Andando alla provincia nissena, sono 27 i circoli presenti, 80 i consiglieri comunali, circa 30 gli amministratori locali tra sindaci e assessori e oltre Farinella e Cigna - PD Centro Storico Sapienza PD Orlandocinquemila iscritti. Sono invece 15 i comuni a vario titolo governati da maggioranze di cui fa parte il PD.

Sono i numeri che il segretario Giuseppe Gallè può opporre a chi chiede un rinnovamento anche della segreteria provinciale.

Veloce dovrebbe essere invece il percorso per la nascita della nuova segreteria dell’Unione Comunale del PD nisseno.

Dal circolo Centro Storico arriva l’auspicio di “un partito serio, che deve omogeneizzarsi su un percorso, che non sia stretto dalla sterile logica maggioranza-minoranza. I cambiamenti regionali e nazionali devono arrivare anche qui”. Ma, avverte Ivo Cigna, segretario del circolo Centro Storico, “chi ha fatto la storia deve assumere un ruolo diverso, ma i nuovi devono capire il rispetto per chi ha dato tanto e può ancora contribuire tanto”.

Angelo Scalia - capogruppo PD“Il prossimo congresso cittadino – per Giosal Lo Giudice, uno degli esponenti dell’associazione Big Bang – rappresenta il principale strumento per procedere ad un effettivo rinnovamento della classe dirigente del pd locale, mettendo a disposizione le migliori energie disponibili, prescindendo da logiche di corrente o di posizione. È indispensabile far comprendere agli iscritti, ai simpatizzanti ed alla città che non si tratta di una mera operazioni di facciata ma, al contrario, di un reale cambiamento dei vertici locali”. Per cercare di attuare questo processo, secondo Lo Giudice “è altrettanto indispensabile che si favorisca un dialogo con tutte le componenti al fine di conseguire l’Unità”.

Dal Circolo “Faletra”, arriva la richiesta di “un partito nuovo e rinnovato nei metodi”. Il circolo di riferimento dei consiglieri comunali Annalisa Petitto e Francesco Dolce, è quello più critico nei confronti dell’attuale segreteria provinciale, e punta a guidare il fronte degli scontenti contro l’attuale classe dirigente.

Un PD forte a livello comunale rinnovato e unitario, è qualcosa che tutti vogliono, ma è pur vero che le diverse anime fino a oggi, nel bene o nel male, in assenza di una segreteria, hanno preso a turno il timone dell’azione politica.PD Faletra

L’appuntamento è quindi a settembre per l’assemblea provinciale che valuterà il regolamento per celebrare i congressi comunali (in realtà si parla di Gela e Caltanissetta, unici centri in provincia con più di un circolo). Esitato il regolamento, i circoli, in base al numero degli iscritti, comporranno in modo proporzionale l’assemblea che eleggerà la segreteria. L’Unione Comunale dovrebbe dotarsi anche di una commissione di garanzia.

L’appuntamento d’autunno, nel PD nisseno, è un appuntamento anche di numeri, oltreché di propositi e idee. La nuova segreteria, sarà il frutto della fredda legge dei numeri? certamente si, se non interverrà un discorso politico nuovo a provocare il disgelo.

Commenta su Facebook