Emergenza covid, il “decreto ristori” sblocca la spesa regionale

37

«A seguito di un lungo e complesso negoziato con il governo centrale e in particolare con il ministero dell’Economia, un altro obiettivo è stato centrato. L’articolo 33 del cosidetto “Decreto Ristori” riconosce sul piano finanziario anche alle Regioni Speciali di poter accelerare la spesa, scelta indispensabile per il momento di emergenza che stiamo vivendo e scongiurando il blocco delle risorse di bilancio».
Lo precisa il vicepresidente e assessore all’Economia della Regione Siciliana, Gaetano Armao.
«Per effetto di questa importante norma – prosegue Armao – la Regione Siciliana potrà utilizzare le quote vincolate e accantonate del risultato di amministrazione e così immettere più liquidità nel sistema regionale. In questo modo, si potranno attivare le risorse extra-regionali e comunitarie assegnate, sostenendo la reazione alla crisi di famiglie e imprese. Per la Sicilia, questo si traduce nello sblocco del limite di spesa, indispensabile in un momento in cui la grave crisi pandemica da Covid accentua ulteriormente il divario economico già esistente tra le Regioni, per coprire la spesa europea ed extraregionale e per dare piena attuazione alle misure di legge regionali e stabilità in favore di famiglie, imprese ed autonomia locali. Contiamo adesso di immettere quasi 400 milioni di nuova liquidità anche grazie alla semplificazione delle procedure di spesa appena varate». E’ in corso di emanazione apposita circolare da parte dell’assessorato.

Commenta su Facebook