Elisoccorso dimezzato, parte la petizione popolare per chiedere la piena operatività.

853

elisoccorsoE’ partita a Caltanissetta, e probabilmente sarà promossa anche nei territori delle province del centro Sicilia la “Petizione popolare per mantenimento elisoccorso h 24bacino di utenza Cl/En/Ag”.

I promotori della petizione, nel documento che riportiamo sotto, ragionano soprattutto sulla vasta platea di utenti di almeno tre province che vengono penalizzati con la riduzione dell’operatività da 24 ore a 12 ore al giorno. Una scelta dettata da sole motivazioni economiche. Il documento rivela come l’elisoccorso della piattaforma per l’emergenza del S.Elia di Caltanissetta sia quello con il maggior numero di voli all’attivo e ne spiega anche il perchè.

“Dal 1° luglio 2013 la base elisoccorso di Caltanisset t a, fino ad oggi operativa anche nelle ore notturne, sarà operativa solo di giorno. Ciò perchè a seguito delle. Nuova gara d’appalto delle attività dell’elisoccorso nella Regione Siciliana, con durata novennale, la base di Caltanissetta è stata declassata ad attività solo diurna.

Tale decisione mette a grave rischio la popolazione dell’intero bacino comprendente le Province di Agrigento, Caltanissetta, Enna. Appare illogica ed immotivata la decisione intrapresa, in quanto la base di Caltanissetta rappresenta quella con il maggior· numero di voli in tutta la Regione, sia sugli interventi primari che sui secondari che rappresentano la valvola di sfogo delle carenze dei Presidi Ospedalieri allocati su tutta la fascia sud orientale dell’isola.

La scelta operata, olt r e a determinare una grave vi olazione del diritto alla salute per i cittadini non solo di Caltanissetta ma di tutto il centro Sicilia, già penalizzati da una rete viaria non certo agevole, determinerà inevitabilmente un aumento dell ‘indice di fuga dal Presidio Ospedaliero S.Elia, che vedrà limitata l’attività di emergenza fino ad oggi svolta da tutte le Unità operative in esso allocate, ed in special modo quelle altamente specialistiche (neurochirurgia, Chirurgia Vascolare, Emodinamica) con conseguente aumento dell’indice di fuga per alcune patologie.

Come cittadini rivolgiamo un accorato appello a tutte le istituzioni locali e regionali affinchè ciascuno negli ambiti di rispettiva competenza e nell’ esercizio dei poteriPronto Soccorso Sant'Elia loro conferiti dal popolo, si attivino per una tempestiva risoluzione di una problematica che ledendo un diritto primario costituzionalmente tutelato, quale quello della salute, non può essere legata a logiche esclusivamente economiche.

Non si può toccare il diritto alla salute di una popolazione così vasta”.

Commenta su Facebook