Elisoccorso dimezzato. Dialogo politico oltre campanilismi. Miccichè (Udc), "ecco la possibile soluzione".

1198

Zambuto MiccichèAggiornamento dalla riunione di Agrigento con i sindaci di tre province del centro Sicilia e la deputazione.

Micciche’ Udc: “Domani alle 10,00 incontro con l’assessore regionale alla sanita’ Lucia Borsellino per discutere del problema dei tagli  all’ elisoccorso dell’ospedale Sant’Elia. “Porterò’ sul tavolo dell’assessorato alla sanità’ , dopo aver concordato l’incontro con la componente del governo regionale,il risultato dell’incontro  interprovinciale tenutosi ad Agrigento”. Così’ il deputato regionale dell’Udc GIanluca Miccichè’ durante la conferenza stampa al collegio dei Filippini ad Agrigento.

“Fino a 20 giorni fa abbiamo avuto rassicurazioni per voce del governo che non ci sarebbero stati problemi.dunque la rassicurazione e’ rimasta tale sino al 27 aprile. Il nostro elisi soccorso compie 622 voli all’anno dunque andrebbe penalizzata la base più’ utilizzata in Sicilia.   Dobbiamo fare in modo che gli impegni vengano mantenuti. -Ha continuato il deputato regionale-Ci sono varie soluzioni la prima inserire le risorse nelle variazioni di bilancio e cio’ potrebbe accadere dopo il 30 luglio, nelle more per non stoppare il servizio per un mese si potrebbe utilizzare il ribasso d’asta ,o la rimodulazione temporanea dello stesso.La ricerca di autonomie con scelte coraggiose da parte del governo. Io chiedo a tutti di stimolare tutti gli attori della politica interessati per la tutela della salute dei nostri cittadini”. Domani dunque l’incontro importante per lo snodo del problema.Da Agrigento parte un movimento di protesta che non guarda i confini territoriali che coinvolge politica e società’ civile.

All’incontro promosso dal sindaco Zambuto, ha partecipato il sindaco di Caltanisssetta, Michele Campisi. Tra i promotori, insieme al sindaco Zambuto, il deputato nisseno del Udc all’Ars, Gianluca Miccichè, autore di un’interrogazione parlamentare, il quale oltre ad annunciare l’incontro risolutivo con l’assessore Borsellino, per martedì, anticipa le possibili soluzioni in questa intervista.

Ascolta l’intervista a Gianluca Miccichè su Elisoccorso e possibili soluzioni.

Sul tema, intanto, si moltiplicano gli interventi. Per ultimo si registra la presa di posizione di sedici consiglieri contro il sindaco Campisi. Si tratta dei consiglieri Calogero Adornetto, Felice Dierna, Lorenzo Tricoli, Antonio Favata, Massimiliano Turco, Michelangelo Lovetere, Adriana Ricotta, Ugo Lovalvo, Riccardo Rizza, Alfredo Fiaccabrino, Ritalbà Mazzè, Angelo Scalia, Leyla Montagnino, Sergio Speciale, Silvano Licari e Vito Margherita

“Il sindaco Campisi – si legge nella nota – dimostra ancora una volta quanto sia lenta e pachidermica la sua azione amministrativa. Il Consiglio Comunale venuto a conoscenza nel febbraio, della soppressione del servizio notturno dell’elisoccorso del Sant’Elia convocò una seduta dell’assise comunale, invitando sia il primo cittadino che il responsabile dell’elisoccorso, Elio Barnabà. In quell’occasione si presentò solo Barnabà che evidenziò al Consiglio Comunale il taglio del servizio dell’elisoccorso, passando da H24 ad H12. Sono trascorsi cinque mesi da quella seduta di Consiglio Comunale e, finalmente, Campisi esce dal suo letargo amministrativo, facendosi coinvolgere dai Sindaci di Agrigento ed Enna, per partecipare ad una conferenza stampa che si terrà oggi ad Agrigento, anziché a Caltanissetta, città sede del servizio dell’elisoccorso”.UDC

“Non per una questione campanilistica – dicono i sedici consiglieri – anzi un dovuto ringraziamento va ai sindaci di Agrigento ed Enna che si sono attivati coinvolgendo anche il sindaco Campisi, ma una conferenza stampa poco può servire alla risoluzione del problema, visto che la delegazione inviata dal Consiglio Comunale di Caltanissetta ha chiarito con la dirigente dell’Assessorato regionale, Letizia Diliberti, che, ad oggi, solo un intervento del Governo regionale che vada ad affrontare nell’immediatezza una variazione di bilancio che rimpingui di 1milione e 600mila euro può mantenere il servizio attivo”.

PD conferenza stampaI consiglieri comunali parlano di “atavici ritardi del sindaco Campisi, il quale dimostra poca attenzione ai veri problemi della sua città ma, soprattutto, evidenzia l’assenza di una squadra assessoriale che possa chiamarsi tale”.

“Convinti di portare avanti una battaglia che abbia il sostegno di tutte le forze politiche e sociali della nostra comunità, ribadiamo la richiesta urgente di un incontro con il presidente Crocetta per acquisire l’immediata disponibilità per la risoluzione della problematica in oggetto”.

Il dibattito si sposta anche a San Cataldo.

Il Capogruppo PD al consiglio comunale di San Cataldo, Marcello Frattallone e i consiglieri Maurizio Lombardo, Francesco Cagnina, Gaetano Giannone, Ernesto Gattuso, Salvatore Citranoe Salvatore Pirrello, presentano una mozione di indirizzo contro la chiusura dell’attività notturna del Servizio di Eliambulanza della Centrale Operativa di Caltanissetta. “La Sanità Pubblica nella nostra regione – scrivono – perseguendo come unico scopo il contenimento dei costi, indebolisce l’impalcatura stessa del Sistema Sanitario Regionale”.I consiglieri, al fine di scongiurare la chiusura dell’attività notturna del Servizio di Eliambulanza, invitano il Sindaco di San Cataldo a chiedere un incontro con il presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta e l’assessore regionale alla Sanità Lucia Borsellino per affrontare la problematica in oggetto.

Commenta su Facebook