Elisoccorso. Campisi scrive a Crocetta. "Decisione penalizza non solo i nisseni".

862

Campisi-CrocettaIl sindaco Michele Campisi interviene nuovamente sulla vicenda dell’elisoccorso del S. Elia e questa volta lo fa rivolgendosi direttamente al presidente della Regione, Rosario Crocetta.

Di seguito si trasmette la lettera inviata ieri, giovedì 28 febbraio, dal Sindaco al Presidente della Regione:

Al Sig. Presidente della Regione Siciliana

On. Rosario Crocetta

Ill.mo Sig. Presidente,

considerato che allo stato attuale il servizio di elisoccorso della Regione Siciliana è garantito da una Convenzione tra Assessorato della Salute e le Società aeronautiche in possesso dei mezzi aerei e degli equipaggi di volo gestito da 4 centrali operative 118, e che, sino ad oggi, le basi operative sul territorio Siciliano in H24 sono Palermo, Messina, Caltanissetta e Lampedusa, mentre Catania è operante in H12 per motivi inerenti l’elisuperficie;

considerato che è scaduta la Convenzione, tutt’ora operante in regime di prorogatio, ed è stato emanato dall’Assessorato della Salute un nuovo bando di gara, riducendo l’operatività della base di Caltanissetta nelle sole ore diurne;

considerato che soltanto lo scorso anno l’elisoccorso del S. Elia ha effettuato oltre 500 interventi, svolgendo un servizio di primaria e straordinaria importanza, in un’area geografica dove i collegamenti viari sono tutt’altro che agevoli, e di ciò l’Amministrazione Comunale di Caltanissetta attribuisce grandi meriti all’opera appassionata ed incessante del dott. Elio Barnabà, responsabile del servizio nisseno e dei suoi valorosi collaboratori, persone straordinarie, instancabili e coraggiose, che ancora oggi piangono il grave evento luttuoso che ha colpito di recente il centro nisseno del 118;

considerato che la decisione della Regione Siciliana penalizza fortemente non solo i Nisseni, ma tutti gli abitanti delle tre Province di Caltanissetta, Agrigento ed Enna, interessando una popolazione complessiva superiore ai 900 mila abitanti, e in considerazione del fatto che essendo offerto il servizio della base di Catania solamente nelle ore diurne, viene, altresì, penalizzato il bacino di utenza che ingloba anche le Province di Ragusa e Siracusa;

Alla luce di quanto sopra esposto, il sottoscritto, unitamente alla Giunta Comunale, chiede alla S.V. un urgente intervento al fine di modificare il suddetto bando a tutela della salute dei cittadini nisseni e delle altre Province interessate. In particolare si chiede alla S.V. di dare disposizioni finalizzate ad una tempestiva modifica del capitolato della gara appena indetta, inserendo il servizio di elisoccorso dell’Ospedale S.Elia, tra quelli operativi H24, circostanza possibile, come si rileva dalle parole della Dott.ssa Maria Letizia Di Liberti, responsabile del Servizio “Programmazione dell’emergenza” dell’Assessorato alla Salute che, secondo notizie di stampa, così si è espressa: “Se si dovesse ravvisare la necessità, l’Assessorato ha la facoltà di apportare variazioni al capitolato d’appalto, ampliando l’operatività della base di Caltanissetta da 12 a 24 ore”.

Alla presente si allegano:

-copia della deliberazione della Giunta Comunale n. 15 del 19 febbraio 2013, avente per oggetto: “Servizio elisoccorso. Riduzione orario di operatività. Condivisione intervento del Sindaco;

-ordine del giorno, avente ad oggetto: “Emergenza Elisoccorso”, approvato durante la seduta di Consiglio Comunale convocata in seduta straordinaria e urgente tenutasi in data 20 febbraio 2013.

Confidando in un Suo autorevole e tempestivo intervento si porgono distinti saluti.

Il Sindaco

Dott. Michele Campisi

Commenta su Facebook