"Elisir", il progetto Alzheimer che coinvolge gli studenti

773

Prende quota il progetto Elisir che la cooperativa sociale Etnos condivide con l’istituto scolastico professionale socio sanitario Ipsia di Caltanissetta.
“Il progetto che si rivolge prevalentemente a persone anziane fragili e con demenza, promuove attività di stimolazione cognitiva costante utili a garantire un benessere fisico e psicologico della persona coinvolta”, spiega in una nota Fabio Ruvolo, presidente della Cooperativa sociale Etnos.
Buone notizie arrivano per il mondo cooperativo in Sicilia, tra cui la stessa Etnos, dall’Ircac. L’istituto regionale per il credito agevolato alle cooperative ha deliberato i finanziamenti per 19 strutture, tra le quali Libera ed Etnos e diverse altre realtà impegnate anche nel sociale. Nel caso di Etnos per il centro Alzheimer e la casa rifugio per donne vittime di violenza.
“La presenza dei ragazzi della scuola che lavorano in stretta sinergia con i professionisti della cooperativa sociale Etnos – prosegue intanto Ruvolo – creano un ambiente giovane e dinamico in un sistema di scambio generazionale in cui gli anziani raccontano le proprie esperienze trascorse, raccogliendo dai ragazzi invece notizie sulle nuove tendenze. Uno scambio di buone pratiche che sta dando ottimi risultati”.
Adesso il progetto Elisir esce fuori dalle aule didattiche della scuola per la prima visita culturale nel centro storico di Caltanissetta. Domani difatti i ragazzi della scuola, coinvolti nel progetto, insieme agli anziani passeggeranno per le vie del centro storico di Caltanissetta alla scoperat delle tradizioni della Pasqua nissena e con particolare riguardo alla Cattedrale e alle Chiese limitrofe.
Questa esperienza di integrazione con il territorio è un punto di forza del progetto Elisir che porterà alla conoscenza anche dell’area extraurbana nissena con visite in aziende agricole e manifatturiere della nostra provincia.
Se si vuole approfondire il progetto o si vogliono maggiori dettagli è possibile visitare il sito www.cooperativaetnos.it oppure chiamare il numero 3283777576

Commenta su Facebook