Elezioni. Una parte del PD spinge per Annalisa Petitto. L'avvocatessa pronta alle primarie

930

Annalisa PetittoAnnalisa Petitto potrebbe essere il candidato sindaco del Partito Democratico. E’ questo uno dei nomi che circolano tra i democratici in vista delle amministrative anche se dal recente attivo comunale non è uscita nessuna indicazione ufficiale. In settimana si terranno altre riunioni. Una parte  del centro sinistra, infatti, sostiene apertamente Salvatore Messana ma un’ampia area del PD vuole la Petitto  in campo, anche, eventualmente, alle primarie a cui ha già dato la propria adesione anche Fausto Marchese.

C’è pronta una candidatura a sindaco in seno al Partito Democratico, ma non tutto il PD è d’accordo, anzi una parte, secondo alcuni, non vedrebbe bene la giovane avvocatessa Annalisa Petitto, segretario cittadino uscente del PD, del circolo Guido Faletra. Il suo nome è tra quelli che i democratici, soprattutto il circolo Faletra di Linda Petrantoni, Francesco e Giuseppe Dolce, Antonio Sapienza, vogliono proporre al tavolo del centro sinistra per la candidatura a sindaco. La Petitto, 35enne avvocato del foro nisseno, sarebbe già pronta a scendere in campo, se non fosse che il Partito Democratico sta dialogando con le altre forze della coalizione e con il Polo Civico per un’alleanza larga tra partiti e società civile. In tal senso il tavolo del centro sinistra vede le candidature di Salvatore Messana di Italia dei Valori, Annalisa Petitto del Partito Democratico e Fausto Marchese dell’area Big Bang – Matteo Renzi. A poco più di due mesi dalle elezioni, il PD non ha trovato la quadra. Ne è segno l’assenza di comunicati ufficiali a seguito della recente riunione dell’attivo cittadino. In settimana ci saranno altre riunioni decisive e il tempo stringe.

Dal Partito Democratico sono state avanzate anche altre ipotesi di candidature autorevoli e universalmente riconosciute, ad esempio attingendo dalla società civile o dalla magistratura. Ma, forse, un’ipotesi di tal genere andava costruita per tempo. Quindi non rimarrebbe che valorizzare le proprie risorse e quelle degli alleati, in primis l’UDC che vincolerà il suo sostegno a un candidato sindaco di coalizione, solo se questi riconoscerà tutti i punti del programma centrista.

Annalisa Petitto, intanto, è pronta alla sfida delle primarie. Se la sua candidatura non verrà proposta unitariamente dal Partito Democratico, l’avvocatessa nissena non teme le primarie di partito o di coalizione, che a questo punto sono meno remote e vedrebbero, tra gli altri, la partecipazione di Salvatore Messana e Fausto Marchese.

Commenta su Facebook