Elezioni. Slitta Programma 5 stelle. Documento per votare on line, banchetti aperti a tutti in piazza

785

5 Stelle CaltanissettaIn un comunicato dell’ufficio stampa del Movimento 5 Stelle Sicilia che sostiene la candidatura a Presidente della Regione di Giancarlo Cancelleri, viene annunciato il rinvio della presentazione del programma elettorale per le prossime regionali del 28 ottobre. Come ormai tutti sapevano e come lo stesso Cancelleri più volte aveva annunciato, il programma sarebbe stato presentato il 10 settembre. Ma la grande attesa dovrà durare qualche giorno in più poichè la data di presentazione è stata spostata al 15 settembre. Nella tensione pre-elettorale l’ufficio stampa sbaglia il comunicato per colpa di un refuso e al posto di settembre indica il mese di ottobre.

“Il Movimento Cinque Stelle Sicilia comunica che il proprio programma per le elezioni regionali 2012 non sarà più presentato il 10 ottobre, come precedentemente detto. La folta partecipazione da parte degli attivisti nel proporre argomenti da aggiungere al programma e discutere on line, ci costringe piacevolmente a trasferire il giorno della presentazione venerdì 15 ottobre. L’intero manifesto con le nostre idee per la Sicilia sarà visibile sul sito www.sicilia5stelle.it”.

Giancarlo Cancelleri interaUn refuso, appunto, perché, come detto, tutti sanno che la scadenza era il 10 settembre. Va detto che il programma del Movimento 5 stelle non viene dibattuto sul web in modo free ma attraverso una innovativa piattaforma sperimentata fino ad oggi in altre esperienze partecipative in europa, liquid feedback, che altro non è che un programma, rigorosamente open source, che organizza la “governance” della partecipazione, del feedback appunto, certificando gli interventi. Per partecipare, però, non basta scaricare il programma ma bisogna inviare il documento di riconoscimento e inserire l’url del meet up territoriale di cui si fa parte. Un particolare, quest’ultimo, che fa di Beppe Grillo il garante del funzionamento di tutto l’apparato. I meet up, infatti, viaggiano nella piattaforma “beppegrillo.it”.

Insomma la partecipazione è certificata e questo ha un innegabile vantaggio. Si riduce enormemente lo spazio, la distanza, tra partecipazione reale e partecipazione virtuale, poiché essendo certificati gli interventi, provengono effettivamente da chi oltre che sul web si spende anche sul campo.

Se qualcuno obiettasse che in tal modo non si coinvolgono i cittadini comuni e magari coloro che al web non hanno ancora pieno accesso o un accessibilità parziale, il Movimento ha pensato anche a loro. Sono in corso in tutta la Sicilia i banchetti in piazza per raccogliere proposte.

Commenta su Facebook