Elezioni Sicilia. Il vicepresidente del parlamento europeo: “Centrosinistra non abbia paura delle primarie”

686

“Il Pd non puo’ avere paura delle primarie. Tantomeno in Sicilia, alla vigilia di una competizione che rappresenta un prepartita decisivo per le prossime elezioni nazionali. Non si tratta di un normale test locale. Quello che si gioca nell’isola vale molto di piu’. Ci fara’ capire la tenuta del Movimento 5 Stelle ammaccato dall’esperienza romana; sara’ una verifica della ricomposizione avviata da Berlusconi nel centrodestra, con il tentativo di conciliare in funzione anti-Grillo

posizioni di ultra destra con sensibilita’ moderate”.
Lo afferma David Sassoli, vicepresidente del Parlamento Europeo, intervenendo su
L’HuffingtonPost nel dibattito sulle elezioni siciliane. “A questo appuntamento – prosegue l’esponente Pd – il centrosinistra rischia di non esserci. Il famoso tavolo che con generosita’ Leoluca Orlando ha organizzato per arrivare ad una candidatura condivisa ha fatto alzare
steccati e prodotto distanze incomprensibili tra forze politiche che
solo a qualche centinaio di metri di distanza sono impegnate da cinque
anni a governare insieme la Regione. Dopo un mese passato a registrare veti e controveti, parole semplici e per questo efficaci sono state pronunciate dal presidente Crocetta: solo le primarie possono consentire di riannodare il gomitolo del buonsenso. Primarie di centrosinistra fra tutti coloro che vogliono impegnarsi in una proposta di governo”.

Commenta su Facebook