Elezioni San Cataldo. Con la designazione dell’avvocato Emma Comparato sigla alleanza con Scarantino

“San Cataldo può e deve ripartire, adesso. Per raggiungere questo obiettivo, è fondamentale che vi sia una piena partecipazione dei cittadini, delle realtà sociali, delle attività economiche, dei nostri giovani. Un moto collettivo, un vero atto d’amore verso San Cataldo”. Lo dice il candidato sindaco Gioacchino Comparato che aggiunge: “Abbiamo sempre parlato di ascolto e condivisione, di una città aperta. In questi mesi, siamo riusciti ad aggregare realtà politiche e sociali, professionisti, imprenditori e persone desiderose di spendersi per la nostra città. E sempre in tale direzione, la nostra squadra si arricchisce del prezioso contributo del movimento civico Le Spighe. Un gruppo di persone per bene, i cui valori fondanti sono quelli della solidarietà, dello sviluppo e del servizio. Insieme, lavoreremo per l’unificazione della città e per la sua ripartenza economica, sociale e culturale”.

In questo progetto si inserisce la designazione di Salvatore Emma quale quinto assore della squadra di Comparato.

Emma, classe 1957, avvocato civilista, si occupa anche di procedure concorsuali come Curatore. Ha ricoperto l’incarico di Presidente di Collegio Arbitrale nominato dal Tribunale ed è già stato assessore del comune di San Cataldo in due diversi periodi temporali: da consigliere comunale, eletto nelle file del Partito Socialista Italiano negli anni ottanta e, successivamente, negli anni 96/2000 come assessore ai LL.PP. e del personale.

“Intendo la politica come servizio alla collettività – dice Salvatore Emma – e non come mestiere. Con il movimento “Le Spighe”, ho condiviso il sostegno a Giuseppe Scarantino che, nonostante l’ottimo risultato, non è riuscito ad andare al ballottaggio. La volontà di essere, comunque, utili alla nostra amata città, ha trovato concorde tutto il movimento sposando il progetto presentato da Gioacchino Comparato. Con le liste che lo sostengono condividiamo non pochi punti del programma di governo. La partecipazione del nostro movimento al sostegno di Gioacchino Comparato, non è solamente numerica ma di condivisione del medesimo progetto politico: la rinascita della nostra San Cataldo. Per tale ragione, ho accettato la designazione ad assessore in caso di vittoria di Comparato al ballottaggio. Ciò permetterà al movimento Le Spighe una partecipazione attiva piena all’amministrazione e alla rinascita politica, culturale ed economica della nostra città.

Adesso, per il bene di San Cataldo, per dare speranza e futuro alle nuove generazioni. Lavoriamo insieme per il bene della nostra comunità”.

Commenta su Facebook