Elezioni amministrative, i Giovani democratici presentano le proposte ai candidati del centrosinistra

I Giovani Democratici della Provincia di Caltanissetta hanno presentato le proposte in vista delle prossime elezioni amministrative del 12 Aprile. Di seguito la nota di Fausto Terrana, Segretario Provinciale GD.

Sosteniamo convintamente le candidature di Elisa Carbone a Sommatino, Calogero Casucci a Marianopoli, Giovanni Zuccalà a Butera e Carlo Pisa a Niscemi. Crediamo siano le persone giuste per portare buone pratiche amministrative all’interno dei comuni perché hanno idee chiare, oltre ad essere seri professionisti politicamente capaci.

Le proposte si concentrano su temi rilevanti ed essenziali per costruire il futuro dei giovani in centri spesso isolati, privi di spazi aggregativi. Innanzitutto, si ritiene fondamentale costituire la Consulta Giovanile, intesa quale luogo deputato alla programmazione delle politiche relative ai temi giovanili e competente a fornire parere vincolante sulle stesse. Inoltre si propone l’individuazione di spazi destinati ad aula studio.

Si prosegue con il tema ambiente, attraverso la promozione di polmoni verdi. La piantumazione di nuovi alberi e la manutenzione del verde pubblico ricoprono una grande priorità. Piantumare alberi non significa soltanto “creare polmoni verdi” per migliorare la salubrità dell’aria e ridurre l’inquinamento, ma significa predisporre un sistema sociale, economico ed ecologico che innesca un susseguirsi di fattori positivi che portano ad una migliore qualità della vita.

Ancora, si insiste sull’istituzione del difensore civico. La Sicilia è l’unica Regione d’Italia a non avere una legge in materia di Difensore civico. Il Difensore civico è il titolare di un servizio gratuito per il cittadino, indipendente dagli organismi amministrativi e legislativi di riferimento, incaricato di tutelare i diritti soggettivi, gli interessi legittimi e gli interessi diffusi a garanzia di efficienza, correttezza, imparzialità e buon andamento delle Pubbliche Amministrazioni. E’ il tramite tra cittadino e pubblica Amministrazione per garantire tutele ed evitare abusi.

Al fine di promuovere politiche di genere viene proposta la tampon tax. Infatti, stando al principio incontrovertibile per cui il ciclo mestruale è una funzione involontaria dell’organismo femminile, ne consegue automaticamente come necessario l’uso di beni igienici femminili Si ritiene necessario verificare con la farmacie e le parafarmacie la possibilità di applicare prezzi particolarmente contenuti e promozionali sui prodotti sanitari e igienici femminili (quali tamponi interni, assorbenti igienici esterni, coppe e spugne mestruali), tramite la stipulazione di una convenzione presenti sul territorio comunale al fine di perseguire gli obiettivi di parità sostanziale.

Per agevolare l’organizzazione di eventi, si propone la realizzazione di piani di sicurezza. Si reputa necessario individuare, secondo un criterio storico, i luoghi insistenti su suolo pubblico nei quali si svolgono, normalmente, eventi culturali, sportivi e di pubblico spettacolo. Sulla base di ciò, è necessario predisporre piani di sicurezza astratti al fine di agevolare gli organizzatori che dovranno così inserire le informazioni peculiari alla fattispecie concreta.

Per cambiare veramente serve avere idee chiare e visione di lungo termine. Facile dire di amare il proprio territorio, ma come si pretende di migliorarlo senza una strategia? Noi siamo qui, ancora una volta, per la serietà e contro le chiacchiere.

Fausto Terrana, Segretario Provinciale GD

 

Commenta su Facebook