Elezioni amministrative, Aiello a Mancuso: “O si fanno le primarie o il centro destra andrà diviso”

179

“Devo ammettere che dopo l’arrogante ed infelice battuta di Michele Mancuso con la quale lo stesso aveva offerto alla Lega un Assessorato purché la smettesse di pretendere le primarie abbiamo preso atto che lo stesso ha iniziato a fare politica. Prendiamo atto che adesso Mancuso parla  della volontà di FI di volersi riunire attorno ad un tavolo per discutere e trovare soluzioni. È questo il rispetto che la Lega ed i suoi militanti meritano” – così il Responsabile Provinciale della Lega, Oscar Aiello, in replica al Commissario Provinciale di  Forza Italia.
“Siamo d’accordo con Mancuso quando afferma che prima bisogna partire dai partiti del centrodestra e poi allargare ai movimenti civici. Qui però finiscono le cose che condividiamo ed iniziano quelle che ci dividono. Il Commissario di  Forza Italia infatti è caduto  in contraddizione. Prima parla di sintesi, afferma che tutto deve avvenire con partecipazione democratica e massimo coinvolgimento, poi però ritiene le primarie una richiesta assurda. Quale migliore azione per fare sintesi se non quella di chiederlo al Popolo? Quale migliore esercizio di partecipazione democratica e massimo coinvolgimento dei cittadini è quello delle primarie? È questo sia a Caltanissetta Città, che a Gela. O forse dalle parole dell’On. Mancuso dobbiamo pensare che non abbia candidati a Sindaco da proporre? La Lega invece li ha in entrambe le Città e conferma la presenza di Matteo Salvini nella Provincia di Caltanissetta, dove verrà tre volte per sostenere i candidati sindaci della Lega. Due volte per la campagna elettorale del primo e del secondo turno, ed una volta proprio per le primarie.
Mancuso ci faccia dunque sapere in tempi brevi quando incontrarci per fissare in tempi rapidi le date delle primarie, diversamente ognuno proseguirà con tanta serenità per la propria strada e vorrà dire che eventualmente ci incontreremo al ballottaggio”.

Commenta su Facebook