Edilizia sostenibile. Il Partito Democratico "azione unitaria di consiglieri, assessore e dipartimenti"

911

“In merito alle polemiche apparse in questi giorni sulla stampa, riferite all’approvazione del Regolamento sull’Architettura Sostenibile, intendiamo affermare che tutto il Partito Democratico di Caltanissetta, gruppo consiliare, Assessore e Dipartimenti, lavora in modo unitario, cercando di promuovere buone politiche per il bene della città”. A parlare è la segreteria cittadina del Partito democratico in una nota che arriva all’indomani delle polemiche sul regolamento per l’architettura sostenibile. Un regolamento che potrà prevedere vincoli, adempimenti, premialità e quindi incentivi, per l’edilizia in città.
Il Partito Democratico “rassicura, altresì, che nessun attacco personale, fatto ad alcuno dei componenti della passata giunta Campisi si è inteso muovere con il comunicato”.
“Occorre ricordare, però, che dalle scorse consultazioni amministrative il Partito Democratico è risultato vincitore ed uno dei principali partiti di maggioranza e, assieme alle altre forze dell’Alleanza per la Città, ha l’onore e l’onere di amministrare Caltanissetta”.
Il Partito Democratico rivendica “il diritto/dovere di svolgere in maniera critica il proprio ruolo di partito di governo di questa città, orientando e correggendo l’azione amministrativa, sulla base degli indirizzi contenuti nel proprio programma elettorale, patto sancito con i propri elettori. Sulla base delle azioni amministrative che il Partito Democratico contribuirà in maniera determinante a compiere, sarà chiamato a dare conto e giudicato nelle prossime consultazioni elettorali, nel quadro di una sana e corretta vita democratica”.
“Come già detto in altre analoghe circostanze non siamo interessati alla colorita interlocuzione dell’ex Assessore Andrea Milazzo e vorremmo fermarci sugli aspetti di merito”.
Il Partito Democratico e il suo Dipartimento Urbanistica, come per altro evidenziato dalla stessa III Commissione Consiliare, “ritiene necessario emendare significativamente il Regolamento in questione, perché vi sono diversi punti che vanno meglio precisati e normati”.
“Con il precedente comunicato, peraltro parecchio circostanziato, anche se limitato agli aspetti salienti, si intende promuovere un dibattito ampio che coinvolga tutti gli attori che, a diverso titolo, sono interessati al tema, in un’ottica di un possibile miglioramento”.
“Ringraziamo l’architetto Andrea Milazzo per il lavoro svolto durante il suo incarico di Assessore all’Urbanistica, ricordando al contempo allo stesso che non è possibile demandare alle scelte di un organo esecutivo decaduto, importanti decisioni e orientamenti amministrativi che condizioneranno la vita futura della città”.

Commenta su Facebook