Ecografo per diagnosi precoce del tumore alla mammella. All'Asp mancano soldi. Progetto Luna offre 5xmille

635

Ersilia Sciandra Progetto LunaUn ecografo da destinare al primo piano dell’ospedale Sant’Elia, per gli screening oncologici.

E’ la proposta dell’associazione Progetto Luna, per rispondere all’istanza delle donne che dopo aver fatto la mammografia, hanno il diritto di conoscere velocemente l’esito dell’esame, ovvero se si tratti di falso positivo o di un tumore alla mammella. Esito che solo l’esame ecografico può dare. La richiesta ha trovato un primo diniego della direzione dell’Asp 2 di Caltanissetta che, pur riconoscendo la validità del progetto, ha opposto la scarsità di risorse finanziarie. L’assenza di un ecografo al primo piano, dove si effettuano le mammografie, costringe a utilizzare lo strumento del reparto di radiologia, con tempi di attesa più lunghi. L’Associazione Progetto Luna ha quindi espresso il desiderio di voler contribuire all’acquisto, donando parte del suo 5X mille, chiamando l’Asp 2 soltanto a cofinanziare l’acquisto dell’ecografo dedicato agli screening oncologici.

“Per l’ASP di Caltanissetta – scrive Ersilia Sciandra, presidente di “Progetto Luna” in una nota –  il programma di screening oncologico con la sua attività ordinaria e non più occasionale è diventato uno degli assi portanti del Sistema del servizio Sanitario Territoriale e per tale motivo l’Associazione Progetto Luna che opera nel territorio per diffondere la cultura della “diagnosi precoce”, ha rafforzato le sue attività con un supporto prezioso destinato alla popolazione per farla aderire alle indagini con fiducia e senza paura, supporto esteso anche agli operatori sanitari e all’ASP”.

“Dopo il primo incontro con il Commissario dell’ASP di Caltanissetta, Prof. V. Virgilio, in cui si sono tracciate le linee per la definizione al 1° piano del Presidio Ospedaliero S. Elia degli strumenti diagnostici per lo screening della mammella, già allocati, è emersa la necessità della presenza stabile di un ecografo. Tale necessità deriva anche dal fatto che il percorso dedicato alla mammella accoglie sia le donne asintomatiche che quelle sintomatiche e da follow-up”.

“Il Commissario nell’esprimere la sua comprensione e condivisione ha evidenziato la situazione economica dell’Azienda che dirige e a tale scopo l’Associazione ha espresso il desiderio di voler contribuire all’acquisto donando parte del suo 5X mille. Un po’ come ridare alla popolazione quanto donato all’associazione per approfondire tempestivamente la dove necessario le indagine mammografiche.

Ora vista l’accoglienza della proposta è nostro desiderio esprimere al prof. Virgilio l’urgenza dell’acquisto ed entrare nella fase operativa per definirne i termini, i tempi e le modalità.

Progetto Luna insieme alle persone che condividono gli obiettivi dell’associazione augura al prof. Virgilio e a tutto lo staff della Direzione un buon lavoro”.

Commenta su Facebook