"Ecco come salvare ventinove posti di lavoro". Cgil e Uil convocano incontro all'Ato CL1

1785

Le Organizzazioni sindacali della CGIL e della UIL comunicano che lunedì 9 febbraio alle ore 09:00 ci sarà un incontro tra la RSU aziendale, il Commissario straordinario dell’ATO Ambiente CL 1 e il Liquidatore.
A chiedere l’incontro i sindacalisti di Cgil e Uil, Michele Ferro e Andrea Morreale che sostengono di avere trovato la soluzione che consente ai 29 lavoratori a cui è scaduto il contratto giorno 28 dicembre, di rientrare nuovamente tra il personale dell’ATO Ambiente CL 1.
“La soluzione trovata – dichiarano il Dirigente Sindacale Michele Ferro della FP CGIL e il Segretario Org. della UIL TRASPORTI Andrea Morreale – è stata frutto di ricerca e abnegazione nei confronti del proprio mandato per affermare il diritto di 29 padri di famiglia di continuare a svolgere il loro ruolo nella società con dignità e decoro”.
I sindacalisti rammentano che i motivi del mancato rinnovo contrattuale “sono da ascrivere alla nuova norma che impone un numero di assunzioni a Tempo Determinato, che non può valicare il limite massimo del 20% degli assunti a Tempo Indeterminato, per tali motivi la società, che dispone di un numero di lavoratori a Tempo Indeterminato pari a sole 36 unità, ha loro comunicato, in via informale, che potrà procedere alla assunzione di solo 12 unità, di cui 10 part-time, a fronte dei 29 contratti già scaduti”.
Subito dopo l’incontro con il commissario straordinario, il legale dell’Ente e il Consulente del Lavoro, Ferro e Morreale incontreranno i lavoratori presso la sede dell’ATO per spiegare loro quale deve essere la strada maestra da intraprendere per salvaguardare i posti di lavoro nell’interesse anche dei Comuni soci che potranno, in tale modo, continuare a svolgere il servizio per i propri concittadini, evitando ulteriori disagi e sprechi ricorrendo a ditte private per espletare il servizio di raccolta spazzamento e trasporto.

Commenta su Facebook