E' nisseno il direttore delle Poste "truffatore". Il 64enne Liborio Ferrara

827

E’ nisseno il protagonista di una mega truffa avvenuta all’ufficio postale di Nicolosi, da lui diretto. Parliamo del 64enne Liborio Ferrara, di Caltanissetta, ma da circa vent’anni residente a Nicolosi, in provincia di Catania, dove ha lavorato alle Poste prima come funzionario, poi vicedirettore e quindi direttore di filiale.

Buoni fruttiferi postali, bot e titoli obbligazionari, a tassi d’ interesse talmente vantaggiosi da invogliare anche clienti fuori dal Catanese. Peccato che le operazioni fossero fasulle e che i risparmi delle vittime finissero nelle tasche di Liborio Ferrara, in pensione dallo scorso anno. La guardia di finanza lo ha arrestato ieri mattina, mentre procedono le indagini su possibili complici ed eventuali altre vittime. Non solo anziani, ma anche titolari di attività commerciali, che pensavano di investire i propri soldi con tassi di interesse super vantaggiosi e invece i loro risparmi finivano nelle tasche del direttore dell’ufficio postale, per un totale di circa un milione e mezzo di euro. Liborio Ferrara era affabile e capace di infondere fiducia nei clienti che gli affidavano i propri risparmi. Poi falsificava i titoli da consegnare ai risparmiatori, mentre le somme venivano da lui incassate e in parte reinvestite nell’acquisto di immobili. Le magagne sono saltate fuori quando è andato in pensione. I truffati si recavano alle poste, scoprendo che dei loro titoli e obbligazioni non c’era traccia. Così è partita la segnalazione e l’indagine della Guardia di Finanza. Ma su oltre un milione e mezzo di euro, ne sono stati recuperati al momento 200 mila. Adesso Liborio Ferrara è in carcere e i suoi beni sequestrati.

 

Commenta su Facebook