E’ del nisseno Andrea Capobianco il corpo ritrovato in un burrone a Palermo

E’ del 34enne nisseno Andrea Capobianco il cadavere ritrovato ieri in un burrone sul Monte Pellegrino a Palermo. In obitorio è stato riconosciuto fra le lacrime dai familiari. Si sono concluse nel peggiore dei modi le ricerche di Andrea Capobianco, il 34enne del quale i familiari avevano denunciato due giorni fa la scomparsa dopo l’allontanamento da Caltanissetta.

L’ultimo messaggio lo avrebbe mandato al fratello Antonio, dicendogli che avrebbe raggiunto Palermo, forse in treno. I familiari, temendo che potesse trovarsi in pericolo, hanno chiesto a tutti di collaborare nelle ricerche rivolgendosi anche alla redazione del programma “Chi l’ha visto?”. La polizia, raccolta la denuncia, ha avviato le ricerche a Palermo scoprendo che l’ultima cella agganciata dal cellulare di Capobianco si trova a Sferracavallo. Da lì è stato rintracciato un tassista che ha raccontato di aver accompagnato il 34enne nisseno a Monte Pellegrino. Gli uomini del Soccorso Alpino hanno trovato il cadavere nella giornata di ieri.

Commenta su Facebook