E-CVM: “Colpo Bruno” alla Coppa Nissena

Ripartono i campionati Modders Squadra Corse, con il calabrese Antonello Bruno che ha agguantato la vittoria assoluta in quel di Caltanissetta. Il Campione Europeo in carica ha inaugurato al meglio la stagione, ripartendo come avevo lasciato i campi di gara. Grande seguito sui social MSC nelle prime due dirette del Campionato Italiano Virtuale, che si corre sulla piattaforma di Assetto Corsa. Ospiti delle due serate, il Salernitano Angelo Marino e il Siculo Salvatore Miccichè.
Con Antonello Bruno che si è confermato a bordo della sua Norma M20 FC, un altro diretto avversario dell’assoluto si è riproposto con Manolo Polonioli su vettura gemella e che ha stampato il secondo tempo assoluto. Terzo un ottimo Luca Sciortino che ha portato a podio l’Osella FA30 Evo. Chiudono la Top Five Giovanni Falci sulla Dallara GP2 e Daniele Tonetta su Radical SR4.
Oltre al terzo posto assoluto, è arrivata un’ottima vittoria di gruppo E2SS per Luca Sciortino precedendo Giovanni Falci.
In E2SC, vittoria di Bruno davanti a Polonioli e Tonetta che ha comunque trionfato in classe 1600 confermandosi l’uomo da battere nella classe di appartenenza. Proprio in classe 1600, Tonetta ha preceduto Paolo Alessi e Salvatore Tuttolomondo, anche loro su Radical SR4.
In gruppo CN, ottima prova di forza di Omar Sertori che si è aggiudicato il gruppo con la sua Osella PA21 di classe 2000, davanti ai 3000 di Maurizio Capuzzo su Osella PA20 e a Renato Sambataro su GISA. A chiudere il podio nella classe riservata appunto ai 3000, Luca Arcarisi anche lui sulla GISA.
In gruppo E2SH, vittoria di Antonio Matraxia che ha portato a casa un’importante successo con la sua BMW 320 di classe +3000, davanti a Massimiliano Angius su Alfa Romeo 155 e ad Antonio Palermo su BMW M3. Da segnalare per Matraxia un ottimo 10° posto assoluto. In classe 1000, vittoria in solitaria per Maurizio Fallico su Fiat 126 Proto.
Nel gruppo E1, vittoria tirata per Maurizio Cangiano che ha portato in vetta l’Alfa Romeo 155, mettendo dietro per meno di un secondo Andrea Sorlini su Lancia Delta S4. Terzo di gruppo e primo di classe 2000 un Davide Pisano abbastanza in forma, che su Golf MK1 ha dettato il ritmo nella classe di appartenenza, mettendo dietro i veloci Stefano Bianca e Salvatore Di Benedetto, rispettivamente su BMW 320 STW e Renault Clio RS. In 1600T, vittoria in solitaria per il Fasanese Leonardo Di Bari che sceso dall’esperienza nelle storiche, ha deciso di portare al via una Fiat Uno Turbo.
In classe 1600 è stata una vera e propria guerra già alla Nissena e dopo due salite di gara, i primi tre si son divisi il podio in meno di due decimi. Per far capire la battaglia in questa classe, c’è da sottolineare che i primi cinque erano addirittura staccati da un solo secondo e uno. A vincere la sfida è stato Alessio Vacirca che su Peugeot 106 ha preceduto Domenico Balestra su Wolkswagen Golf e Nicola Pio Restagno su Peugeot 106.
In classe 1150, primo acuto lanciato da Michele Petrolo che ha preceduto i veloci Salvatore Arcarisi e Giuseppe Lupo, con tutti i piloti che erano al via della A112.
In gruppo A vittoria importante per Gaetano Lombardo, che ha preceduto Liborio Chiapparo e Enzo Odorizzi, con tutti i piloti su Mitsubishi Lancer Evo di classe +3000.
In classe 2000, vittoria in solitaria di Ivan Berardi su Peugeot 205 GTI.
In classe 1600, ottima vittoria per Claudio Pasculli su Citroen Saxo precedendo Armando Luongo e Andrea Gandini, con entrambi su Peugeot 106.
Nella classe riservata alle 1300, vittoria per Giuseppe Oliva su Peugeot 205 che ha preceduto il Calabrese Ayrton Molinaro su Peugeot 106, con Vito Fortunato che ha completato il podio su Peugeot 205.
Nelle Bicilindriche vittoria di Luigi Capuccio su Fiat 126 che ha preceduto Orazio Alessandro Prastani sulla 695.
Passiamo nello “Starter Pack MSC”, dove nel gruppo N in classe 2000 Alessandro Mazzonelli ha conquistato una soddisfacente vittoria dopo le due salite di gara, precedendo a poco più di due decimi Samuele Perez, con Diego Domenighini che ha completato il podio. Tutti e tre i piloti erano al via su Renault Clio Williams.
In Racing Start Turbo, ottima prova di forza di Luigi Gravino che ha portato la sua Renault Clio di RSTB 1.6 sul gradino più alto del podio con un buon margine su Filippo Nucera e Guerriero Franceschini, entrambi su Mini Cooper JCW. In classe RSTB 1.4, vittoria per il Siculo Andrea Barbaccia su Abarth 595 SS, che ha preceduto per un nulla Valerio D’Arcangelo su Alfa Romeo Mito e Carlo Molinaro su Abarth 595 SS.
Tra le Aspirate, vittoria in RS 2.0 per Leonardo Bartolini che ha preceduto il calabrese Raffaele Chiarella e il giovane Thierry Graziosi, con tutti e tre i piloti al via con la Honda Civic Type R.
Nelle Storiche, vittoria in solitaria in A +2000 per Luca Gandini su Alfa Romeo 75. Nelle Sil 1600, vittoria convincente per Salvatore Vitaggio che ha preceduto Marco Cassata e Marco Gabrielli, con tutti i piloti su Fiat X1/9.

Archiviata la Prima tappa dell’Italiano alla Nissena, il mondo MSC tornerà il 12 e 13 ottobre con la seconda tappa del Campionato Italiano alle Svolte di Popoli, classica Abruzzese. Come sempre a raccontarvi gli avvenimenti di Modders Squadra Corse, sarà “Cronoscalate Che Passione” media Partner MSC. Le gare saranno trasmesse in diretta sui social Modders Squadra Corse.

Commenta su Facebook