Doppio tampone negativo sull’anziano ospite della Rsa di Riesi. Il sindaco: “La casa di riposo ha lavorato bene”

2733

Arriva dall’Asp2 di Caltanissetta l’aggiornamento relativo ai risultati dei tamponi sul paziente di Riesi ospite della Rsa Papa Giovanni XXIII ricoverato nei giorni scorsi nel reparto di terapia intensiva del S.Elia.

“Abbiamo fatto due tamponi e sono stati esaminati al laboratorio di Gela e al Policlinico di Palermo. Entrambi hanno dato esito negativo”. Così il direttore generale Alessandro Caltagirone, ha dato la notizia stamane.

Come avevamo riportato in precedenza, l’ospite della struttura di Riesi, 89 anni, era stato ricoverato in terapia intensiva per una polmonite e trattato come caso sospetto covid. Il giorno del ricovero, il 14 aprile, la struttura è stata posta in isolamento e tutti gli operatori e gli ospiti sono stati sottoposti a tampone. Nella Rsa di Riesi già dal 28 febbraio erano state sospese le visite dei familiari e gli operatori avevano sempre operato con i dispositivi di protezione.

“Come sindaco per prima cosa sono vicino al nostro anziano ricoverato al S.Elia – afferma a CL1 il sindaco di Riesi, Salvatore Chiantia -. Sono contento per il risultato negativo dei tamponi anche perché eravamo sicuri che gli operatori avevano lavorato con serietà e bene. La casa per anziani aveva mantenuto comportamenti rigidi. Non aveva fatto avvicinare nessuno e aveva utilizzato tutti i dispositivi di sicurezza. In quella casa di riposo hanno lavorato bene. Adesso aspettiamo i risultati dei tamponi eseguiti su tutto il personale e gli altri ospiti”.

Commenta su Facebook