Doppio colpo dei ladri al Cimitero, presi di mira i cantieri. Rubati i cavi da una gru alta venti metri

1039

Doppio furto nella notte nei cantieri edilizi del cimitero Angeli, dove sono in costruzione i nuovi loculi della società di mutuo soccorso Rosso di San Secondo e quelli della Polizia di Stato.
Prese di mira le due imprese che stanno realizzando i lavori, la ditta “Falzone M. e C.” Srl e la ditta “Truscelli Srl”.
Il bottino sono i cavi in rame, ma il danno va oltre il valore materiale della refurtiva, in quanto i cantieri si sono dovuti fermare per ripristinare le attrezzature danneggiate.
I responsabili dell’impresa “Falzone Srl”, stamane hanno trovato tranciati i cavi elettrici che fanno funzionare la gru, alta una ventina di metri. I ladri, rischiando di precipitare da un’altezza ragguardevole, hanno reciso e rubato circa 170 metri di cavi per un peso complessivo di 140 chili. Hanno utilizzato con tutta evidenza un mezzo, su cui caricare la refurtiva. Dai cavi, successivamente, verrà estratta l’anima di rame da vendere al mercato nero. Per qualche centinaio di euro hanno dunque rischiato la propria incolumità e prodotto un danno di oltre 4 mila euro all’azienda costruttrice.
I responsabili dell’impresa edile hanno dovuto chiamare un mezzo in grado di raggiungere l’apice della gru per ripristinarne la funzionalità e i lavori si sono dovuti fermare per l’intera giornata.
Analogo furto di cavi elettrici da cantiere è avvenuto sempre nella notte al cimitero Angeli ai danni dell’impresa “Truscelli” di Caltanissetta.
E’ semplicemente assurdo che al cimitero Angeli i ladri rubino continuamente. Il furto della scorsa notte è l’ultimo di una lunga serie, e non si comprende come mai non siano stati collegati gli impianti di video sorveglianza.
Le imprese esecutrici dei lavori hanno presentato denuncia per il furto subito.

Commenta su Facebook