Doppietta di attentati ad amministratori locali. I sindaci nisseni: “chi tocca uno di noi colpisce lavoro di tutti”

569

Dopo una “doppietta” a dir poco allarmante e senza precedenti di attentati intimidatori portati direttamente al cuore delle istituzioni locali, si è rtiunita la conferenza dei sindaci della provincia di Caltanissetta a Sommatino. Nel comune nisseno, infatti, si è verificato il primo dei due atti, l’incendio al portone d’ingresso dello studio del sindaco Crispino Sanfilippo, in pieno centro.

Il secondo atto, ancor più grave, poco meno di un mese fa il 24 novembre, allorquando ignoti scaricarono un intero caricatore di pistola contro il perimetro esterno dell’abitazione e contro l’auto dell’assessore all’ambiente, Giuseppe Giugno. Una pallottola penetrò in casa dalla finestra mentre c’erano la moglie e i figli.

Entrambi gli amministratori comunali, tra le altre competenze, si occupano di rifiuti. Sanfilippo in quanto presidente della SRR dell’area sud della provincia e Giugno in quanto assessore al ramo del comune di Niscemi.

“I sindaci – ha detto Giovanni Ruvolo introducendo i lavori nel Municipio sommatinese- sono in prima linea per difendere il territorio dalle tante insidie quotidiane e fare rispettare le regole della convivenza civile. Questa riunione che ho voluto si svolgesse simbolicamente a Sommatino vuole sottolineare la nostra compattezza che non arretra anzi si rafforza di fronte alle intimidazioni e alle minacce. Chi tocca uno di noi -ha aggiunto Ruvolo- colpisce il lavoro di tutti noi che ogni giorno agiamo in prima linea e spesso in solitudine”.

Su proposta del sindaco Ruvolo la conferenza dei sindaci si è aggiornata a gennaio per preparare l’incontro con l’assessore regionale alla salute Baldo Gucciardi e il dirigente regionale del servizio veterinario per affrontare le questioni relative ai servizi sanitari ai cittadini del comprensorio e quello del randagismo molto avvertito in tutti i comuni, problema che può essere affontato solo in ottica provinciale.

Commenta su Facebook