Dopo Scillato, Ponte Cinque Archi. Parte da Caltanissetta un nuovo allarme sulla A-19

5951

Dopo Scillato, Ponte Cinque Archi. Anche il viadotto della A-19 in territorio nisseno potrebbe subire cedimenti. “Una visibile erosione del sottoscarpa dell’autostrada A-19 sul viadotto Ponte cinque Archi, determina il grave rischio crollo e il cedimento dell’infrastruttura”. E’ quanto hanno messo nero su bianco i funzionari e dirigenti del Genio Civile di Caltanissetta, Noto Terenzio, Salvatore Lamendola ed Epifanio Mistretta dopo un sopralluogo del 13 aprile scorso sul viadotto. Scatta così un nuovo allarme per una delle infrastrutture siciliane più importanti, l’autostrada A-19, in particolare per il territorio nisseno, che sarebbe interessato direttamente da un eventuale interruzione.
Un allarme lanciato dalla Protezione civile regionale ma smentito dall’Anas che esclude qualsiasi rischio crollo e annuncia immediati interventi. “Si rischia un nuovo caso Himera”, afferma il deputato regionale del Movimento 5 Stelle, Giancarlo Cancelleri, mentre il Genio Civile esorta l’Anas a intervenire nella sottostante strada provinciale 121. La sponda del fiume Himera, infatti, si è spostata a ridosso del muro di contenimento dell’autostrada, con il rischio che possa determinare il crollo del muro di sottoscarpa sino a interessare la carreggiata.

Commenta su Facebook