Donazione di UniCredit alla LILT Caltanissetta per l’acquisto di un ecografo

141

L’acquisto di un ecografo di ultima generazione  da parte della LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) Caltanissetta è stato reso possibile grazie alla donazione effettuata da UniCredit.

“Il contributo di UniCredit  – ha sottolineato Salvatore Malandrino, Regional Manager Sicilia di UniCredit  – è stato finanziato dalla ‘UniCreditCard Flexia Etica, collegata ad un progetto etico. La carta etica prevede che il due per mille delle spese effettuate dai clienti vada ad alimentare, senza alcun onere a carico del titolare della carta, uno specifico Fondo le cui disponibilità sono destinate a diverse iniziative e progetti di solidarietà portate avanti da organizzazioni senza scopo di lucro, che si prefiggono obiettivi socialmente utili. Dal 2011 ad oggi, attraverso questo prodotto bancario, la banca ha assegnato in Sicilia oltre 1 milione 800 mila euro a 170 onlus che operano nell’isola”.

La LILT promuove ogni anno 4 Campagne Nazionali di sensibilizzazione ed informazione su temi specifici quali la lotta al tabagismo, l’adozione di corretti stili di vita come arma fondamentale per la riduzione dei fattori di rischio e la prevenzione del tumore al seno. A fianco di queste iniziative, l’associazione è impegnata ogni giorno in attività di informazione del cittadino attraverso incontri, tavole rotonde, convegni, distribuzione di materiale informativo affinché possa aumentare la consapevolezza di cosa ognuno di noi può fare per prevenire e combattere il cancro.

L’acquisto di un ecografo di ultima generazione consentirà alla LILT Caltanissetta di realizzare un programma informativo e formativo presso le scuole della provincia con attività diagnostica che verrà effettuata su tutti i soggetti che risulteranno rientrare in una delle classi di rischio previste dal protocollo oncologico.

“Ringrazio UniCredit per la donazione ricevuta – ha sottolineato Aldo Amico, Presidente LILT Caltanissetta – che ha permesso alla LILT il rinnovo tecnologico in un’attività, quella della prevenzione oncologica, che necessita di apparecchiature sempre più all’avanguardia per diagnosticare il cancro quando ancora è invisibile e guaribile in alte percentuali di casi. L’ecografo inoltre consentirà di portare avanti il progetto METTILOKO  di prevenzione secondaria del cancro della mammella nelle scuole medie superiori in tutta la Provincia di Caltanissetta. La nostra Associazione è impegnata a sviluppare una sinergia, un patto e una rete tra associazioni, mondo della scuola, istituzioni territoriali e sanitarie, media, istituti bancari e cittadini, per contribuire insieme a sconfiggere il cancro”.

Commenta su Facebook