Domenico Scola su Osella trionfa alla 62ª Coppa Nissena. Magliona e Cubeda sul podio.

975
Domenico Scola 1° classificato

Domenico Scola su Osella FA 30 Zytek ha vinto la 62ª Coppa Nissena ed è Campione Italiano di gruppo E2SS. Il giovane cosentino della siciliana Jonia Corse si è aggiudicato entrambe le difficili manches sulla prototipo monoposto da 3000 centimetri cubici, siglando il miglior tempo nella seconda salita in 1’59”01.

Omar Magliona 2° classificato
Il sardo Omar Magliona 2° classificato

Il vice Campione Italiano Assoluto ha sbaragliato la concorrenza con il quinto successo in gara della stagione, conquistato malgrado delle noie al cambio al volante ed in condizioni molto impegnative per la pioggia caduta nella serata del sabato e sotto la minaccia di ulteriori rovesci durante le due gare. La competizione perfettamente organizzata dall’Automobile Club Caltanissetta, undicesimo round di Campionato Italiano Velocità Montagna, ha avuto uno straordinario seguito di pubblico sin dalle prove ed ha assegnato quattro titoli tricolori di gruppo.

Secondo sul podio della gara il sardo Omar Magliona sulla Norma M20 FC Zytek, che non ha osato su un fondo molto insidioso, ma ha comunque vinto il gruppo E2SC con la biposto francese di classe regina. Terza piazza per il primo siciliano in classifica, Domenico Cubeda, il catanese che ha ottenuto ancora un a volta una superba presta zione con l’Osella PA 2000 Honda con cui si è assicurato la Coppa di categoria, grazie ad una adeguata scelta di gomme e precisi riferimenti acquisiti in prova.

Appena sotto al podio il sempre tenace Michele Fattorini che sulla Osella PA 2000 Honda, il giovane umbro che ha cercato fino in fondo

Domenico Cubeda 3° classificato
Il catanese Domenico Cubeda 3° classificato

l’attacco per la classe 2000, ma forse una scelta di gomme un po’ azzardata in gara 1 ha compromesso le sue ambizioni. Con il quinto posto in classifica generale Luca Ligato ha vinto il gruppo CN sulla Osella PA 21 EVO, ma il giovane calabrese ha pareggiato vincendo una gara a testa con il lucano Achille Lombardi che ha chiuso sesto su auto gemella. Adesso i due sono tornati in perfetta parità rimandando lo spareggio definitivo all’ultima gara di campionato, in Veneto,  alla Pedavena – Croce D’Aune che si disputerà nel week end del 9 ottobre.  Penalizzante, dal punto di vista delle spettacolo, l’assenza di Simone Faggioli già laureatosi Campione assoluto del CIVM e di Christian Merli, vincitore dello scorso anno, impegnato in una gara del campionato europeo.

In copertina il vincitore della gara Domenico Scola

Classifica assoluta:

  1. Scola (Osella Fa30 Zytek) in 3’59”95; 2. Magliona (Norma M20 Fc Zytek) a 1”98; 3. Cubeda (Osella Pa2000 Honda) a 7”07; 4. Fattorini (Osella Pa2000 Evo2 Honda) a 8”34; 5. Ligato (Osella Pa21 Evo Honda) a 25”26; 6. Lombardi (Osella Pa 21 Evo Honda) a 25”83; 7. Degasperi (Lola Honda F.3) a 27”20; 8. Cassibba S. (Tatuus F.Master) a 27”95; 9. Caruso (Radical Prosport Su- zuki) a 28”38; 10. Spoto (Radical Suzuki) a 36”16.

Classifica dei gruppi.

Racing Start:

Liuzzi (Mini Cooper) in 5’27”93; 2. Pezzolla (Mini Cooper) a 2”04; 3. Loffredo (Honda Civic) a 10”42; 4. Scappa (Renault Clio Rs) a 14”85; 5. Loconte (Peugeot 106) a 23”05.

Gr. N: 1. Bicciato (Mitsubishi Lancer Evo) in 5’18”24; 2. Errichetti (Peugeot 106) a 11”83; 3. Monzone (Citroen Saxo) a 20”97; 4. Budano (Peugeot 106) a 34”31; 5. Geremia (Peugeot 106) a 36”59.

Gr. A: 1. Pedroni (Mitsubishi Lancer Evo) in 5’16”37; 2. D’Amico (Renault Clio) a 1”57; 3. a ; 4. Parlato (Honda Civic) a 15”55; 4. “Aeron” (Citroen Saxo) a 23”54; 5. Rizza (Peugeot 106) a 47”65.

E1-E2S: 1. Dondi (Fiat X1/9) in 4’46”09; 2. Bettera (Renault Megane Trophy) a 12”46; 3. Cimarelli (Alfa Romeo 156) a 22”25; 4. Tinella (Peugeot 106) a 26”23; 5. Bonforte (Bmw M3) a 49”21.

CN: 1. Liga- to (Osella Pa21 Evo Honda) in 4’25”21; 2. Lombardi (Osella Pa21 Evo Honda) a 0”57; 3. Lo Certo (Ligier Js49 Honda) a 24”89.

E2Sc: 1. Magliona in 4’01”93; 2.Cubeda a 5”09; 3. Fattorini a 6”36; 4. Caruso a 26”40; 5. Spoto a 34”18.

E2Ss: 1. Scola in 3’59”95; 2. Degasperi a 27”20; 3. Cassibba S. a 27”95; 4. Maccarrone (Gloria Cp7) a 48”91; 5. Pappalardo (Tatuus F.Master) a 1’04”50.

Il podio

Alle verifiche

Commenta su Facebook