Domani all’Expo arriva “l’Ultima cena” del Biangardi. Bellomo: “con la Vara tutti i nisseni rappresentati”

1234

E’ partita stamane alle 10,00 la vara dell’Ultima cena del Biangardi in direzione  di Milano e l’arrivo è atteso all’Expo per domani.

Una settimana di esposizione, l’ultima di expo, in cui però si prevede una massiccia affluenza di pubblico al cluster bio mediterraneo, dove il gruppo statuario de “l’Ultima Cena”, il più importante tra i gruppi sacri del giovedì Santo che si celebra a Caltanissetta, sarà esposta. A Radio CL1 l’assessore Massimo Bellomo esprime soddisfazione e stempera le polemiche degli ultimi giorni.

massimo-bellomo“Approfitteremo di questa occasione di grande afflusso, si apre una finestra sul mondo per Caltanissetta e la Sicilia. L’opera è partita alle 10 di stamane con un autoarticolato a temperatura controllata e tutto è stato predisposto da un allestitore museale. Nel rimontaggio sarà assistita anche dalla restauratrice. Saranno presenti figure istituzionali, con il sindaco che terrà una conferenza stampa e ognuno di noi darà un contributo”.

Si sono dunque superati i tanti scogli amministrativi, burocratici e di spazi al cluster bio mediterraneo.

“La location – spiega Bellomo – è adeguatissima, perchè la Vara sarà ospitata da una teca costruita ad hoc a temperatura controllata e tutelata come merita. Non è partita in segreto, era tutto previsto, non abbiamo voluto dare alcun clamore all’operazione che doveva rientrare nei canoni di quasi normalità per il lavoro fatto, una lavoro quasi in sordina e faticoso. Gli scogli erano messi nel conto li abbiamo trovati e superati e fanno parte del gioco”.

“Il risultato non è della giunta ma della città. Tutti i nisseni da domani saranno presenti ad Expo con una delle poche opere artistiche siciliane che rappresenteranno  non solo Caltanissetta ma l’intera sicilia”.

Infine chiediamo all’assessore allo sviluppo economico Massimo Bellomo cosa pensa del video dei colleghi del Fatto Nisseno, divenuto virale nelle ultime ore. Se ha avuto successo il modellino che riproduceva la Vara, sicuramente lo avrà l’opera originale?

“Anche questo io lo vedo come un momento promozionale, non in chiave negativa. Il video mi è piaciuto e chi lo ha ideato è persona intelligente. La promozione è servita per avviare il percorso e anche loro si sono auto inseriti in chiave positiva perchè hanno divulgato l’idea, inconsapevolmente, ma va bene anche questo”.

Commenta su Facebook