Disco rosso per l’Albaverde, la capolista Terrasini passa a Caltanissetta

48

Come da pronostico la capolista Terrasini passa a Caltanissetta ma, al di là del punteggio di 0 a 3, ha dovuto lottare contro un Albaverde mai doma. Gli addetti ai lavori e gli utenti sempre numerosi collegati in streaming sulla pagina facebook dell’Albaverde hanno assistito ad un match durato un’ora e 24 minuti effettivi di gioco dove la formazione di casa ha totalizzato il maggior numero di punti tra quelle che in questo inizio di campionato hanno affrontato la capolista palermitana.

La formazione di D’Accardi, che ha sempre schierato il sestetto titolare senza effettuare alcun cambio, ha per buona parte della gara condotto nel punteggio accumulando in alcune circostanze anche vantaggi consistenti, ma ogni qualvolta che ha rallentato il ritmo le ragazze nissene sono rientrate prepotentemente in partita rimettendo in gioco il risultato.

Solo nelle fasi decisive dei parziali è venuta fuori la consistenza del sestetto palermitano che, pur non esprimendo un gioco spettacolare, ha sfruttato la propria organizzazione fatta di poche ma precise uscite in attacco dove ha fatto la differenza la fisicità delle schiacciatrici ospiti.

Dal canto suo l’Albaverde ha giocato una gara generosa con un buon muro (nel primo set quattro punti diretti in questo fondamentale) ma in alcuni frangenti alcune incertezze difensive hanno vanificato il buon lavoro sotto rete.

In attacco la formazione del duo Scotto-Gotte ha pagato la cattiva giornata della palleggiatrice Fabiola De Araujo Sousa, reduce da problemi intestinali che avevano messo in forse la sua presenza, ma le note positive vengono soprattutto dalla panchina dove, oltre all’ottavo esordio stagionale in serie B2 (Erba), abbiamo assistito al positivo apporto della sedicenne Gabriella Milazzo, di Stefania Ciancio e alla variante tattica data dal doppio contemporaneo innesto di Carlotta Montagnino e Alessia Anzalone con una menzione particolare per quest’ultima quindicenne palleggiatrice che ha guidato con autorevolezza l’attacco nisseno soprattutto nel terzo set quando, entrata sul 2 a 9, ha contributo in maniera determinante alla rimonta fino al 12 a 13 per poi essere sostituita sul 15/18.

E questo aspetto è stato sottolineato anche dal coach dell’Albaverde Francesca Scollo.

“L’avversario era di un buon livello – ha commentato il giorno dopo – noi ci siamo abbastanza difese ma non è bastato in quanto abbiamo delle lacune che possono essere colmate solo con tanto lavoro. Bravissime le nostre quattro giovani atlete che quando sono entrate hanno dato un grosso aiuto.”

“La squadra è stata meno nervosa della partita precedente – è stato invece il commento di capitan Alessandra Erba – in ogni partita dimostriamo di potercela giocare con qualunque avversario ma purtroppo si commettono sempre quei 3/4 errori di seguito che creano break non facili da recuperare. Con l’esperto Terrasini abbiamo dato un ulteriore prova di potercela giocare veramente con tutti ma dobbiamo assolutamente migliorare sulla concentrazione e sulla continuità.”

Questo il dettaglio della gara disputata al PalaCannizzaro sabato 6 febbraio:

Albaverde – Terrasini Volley 0 – 3 (20/25; 21/25; 18/25).

Albaverde: Marino 6, Ferraloro 7, Erba (K), Montagnino C., Cusumano 3, Angilletta 6, De Arahjo Sousa 2, Ciancio 1, Anzalone 1, Milazzo 1, La Mattina 8, Tilaro (L). All. Scollo – Montagnino F.

Terrasini: Mercanti, Miceli, Texeira, Buffa, Biccheri (K), Angelova, Luraghi (L) NE: Giambona, Lo Gerfo, Amatori, Clemente . All. D’Accardi, Amato.

Arbitri: Vera D’Avola di Comiso e Martina Rossino di Modica

Commenta su Facebook