Discariche abusive crescono. A Niscima, abbandono all'ex scuola rurale.

598

discarica pian del lago quaterE’ abbastanza eloquente la foto notizia che riportiamo, riguardante una discarica che periodicamente si crea a Caltanissetta, nelle campagne di contrada Niscima. Rifiuti di ogni genere, gettati da privati cittadini ma anche e soprattutto sfabricidi e ferro, proveniente forse da ristrutturazioni e lavori di edilizia. E poi mobili vecchi, reti e materassi. Tutto accatastato alla rinfusa, abbandonato  in spregio alla legge (ricordiamo che in alcuni casi è un reato penale) e senza criterio, se non fosse per la presenza, quasi surreale, di un unico cassonetto per la raccolta rifiuti solidi urbani.

Ad aggravare il problema, la presenza dell’ex scuola rurale abbandonata. L’edificio è completamente privo di recinzioni e di porte o finestre alle pareti, divenendo rifugio, nel migliore dei casi, di branchi di cani. Anche l’ex scuola rurale è sede di una discarica a cielo aperto e andrebbe quantomeno messa in sicurezza, se non direttamente abbattuta.

La discarica in questione è stata più volte segnalata da residenti e stagionali. In passato, dopo numerose segnalazioni, il problema era stato affrontato dagli enti preposti, anche con il ricorso a salate multe. Ma è bastato abbassare la guardia per un pò, che la discarica si ripresenta più grande di prima.

Negli ultimi giorni i residenti esasperati hanno dato fuoco all’immondizia per il timore di contagio di malattie per la presenza di topi e rifiuti anche organici. Ma la soluzione fai da te, per certi versi è risultata peggio del problema con una coltre di fumo che ha prodotto aria irrespirabile in una vasta zona abitata.

Va ricordato che lo smaltimento di rifiuti speciali, frutto di lavorazioni e costruzioni in edilizia, o di ristrutturazioni, è disciplinato da rigide norme in materia per artigiani e imprese, la cui inosservanza sconfina anche nel penale.

Mentre per i rifiuti ingombranti, lo smaltimento è gratuito, nel caso di privati cittadini, ma il conferimento va fatto nei centri di raccolta o nei luoghi e nei tempi da concordare con il gestore del servizio rifiuti. discarica pian del lago 2

Commenta su Facebook