Discarica di contrada Stretto. “Spuntano” 12 milioni di euro per la bonifica

Spunta un finanziamento da 12 milioni di euro per la bonifica e la chiusura della discarica comunale di contrada Stretto a Caltanissetta. 12 milioni previsti nel documento “Patto per la Sicilia” che la Giunta regionale presieduta da Rosario Crocetta ha approvato nell’ambito di un elenco di interventi in materia di ambiente, infrastrutture, sviluppo economico e produttivo, turismo e cultura, welfare e legalità che porteranno nell’Isola investimenti pari complessivamente a 2 miliardi e mezzo di euro nei prossimi anni.

Si tratta di fondi europei del FSC, il Fondo di sviluppo e coesione. Il 29 dicembre scorso, un po’ in sordina, la Giunta ha approvato in via definitiva il documento passato al vaglio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dopo il negoziato politico instaurato nei mesi scorsi, nel quale sono stati fissati gli interventi da porre in essere e le rispettive dotazioni finanziarie. Il 45% delle risorse, 911 milioni circa, è stato destinato all’ambiente (coste, dissesto, rifiuti, torrenti) seguito da interventi in materia di infrastrutture e viabilità (41% del totale, pari a poco più di 833mila euro). Il programma specifica inoltre il livello di progettazione esistente e l’anno di inizio dei lavori, tra 2016 e 2017. Per contrada Stretto le somme per il 2016-2017 sono comunque di 500 mila euro, probabilmente per il piano di caratterizzazione. Solo dopo sarebbero sbloccate le altre somme anche perchè lo stato di progettazione è allo stato preliminare.

Per il sito di contrada Stretto, discarica satura e non più in esercizio da oltre un decennio, il governo regionale prevede un investimento di gran lunga superiore ai circa 2 milioni previsti dal progetto di caratterizzazione e bonifica approvato dalla conferenza di servizi. Progetto che dovrebbe poi essere cofinanziato dalla CMC di Ravenna quale opera di compensazione del territorio.

Ma la novità che viene da Palermo rimette in discussione tutto.

Sempre in tema di discariche, e più propriamente di impianti TMB, la rimodulazione del piano rifiuti a livello regionale prevede la realizzazione di quattro impianti in Sicilia e uno di questi viene indicato a Caltanissetta.

Commenta su Facebook