Disagi per i tamponi ai ragazzi con autismo, interviene il sindaco: “Affronteremo insieme le problematiche”

291

“Ho appena appreso del disagio che oggi i genitori dei ragazzi disabili hanno affrontato nell’accompagnare i loro figli a fare il tampone al drive through dell’ospedale Sant’Elia. I centri dedicati all’autismo fanno un nobile lavoro con un impegno sociale non indifferente, anche il servizio sanitario deve andare incontro alle esigenze dei più fragili”. Lo scrive il sindaco di Caltanissetta, Roberto Gambino, a seguito della segnalazione dell’associazione Ispedd onlus su disagi patiti per l’esecuzione dei tamponi ai ragazzi con autismo che dovevano sottoporsi al test dopo un caso di positività tra i loro contatti.

“Mi sono appena confrontato con il direttore sanitario dell’Asp Marcella Santino che mi ha dato la sua completa disponibilità a trovare una soluzione comune per non recare più nocumento a questi ragazzi stupendi, che hanno bisogno di attenzioni particolari. Convocherò al più presto un tavolo per la disabilità ad hoc per questo periodo pandemico – prosegue Gambino – per ascoltare e risolvere assieme alla dirigenza dell’azienda sanitaria tutti i problemi che le famiglie affrontano quotidianamente. Pianificheremo assieme le modalità di vaccinazione per loro che sono stati inseriti nella categoria che comprende gli ultra ottantenni, grazie alla battaglia che hanno condotto le associazioni a livello ministeriale. Il Comune è al fianco delle famiglie, metterò loro a disposizione tutto ciò che è nelle mie possibilità”.

Commenta su Facebook