Dimissioni Calafato, parla Talluto: "Non sarò luminare, ma ho dignità del mio percorso. Al sindaco il mio mandato"

639

AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI CALTANISSETTA

“Le polemiche che in questi ultimi giorni sono seguite alla mia nomina gratuita quale Tuo collaboratore, e non come consulente, senza alcuna pretesa di suggerire scelte amministrative o politiche, mi hanno meravigliato e mortificato”. Così Nicola Talluto, esponente di Confesercenti e dell’ Unione Artigiani Italiani, recentemente nominato dal sindaco Campisi inizia la sua lettera aperta al primo cittadino.

“Mi sembra giusto e doveroso precisare, per quanti ancora non l’avessero compreso, che mi sono proposto a Te senza nessun piano e nessun calcolo inconfessabile. Consentimi di dire altresì che sono stato sempre una persona umile ma con una grande dignità quale uomo e quale professionista.

Non è stata mai mia intenzione volere “fare le scarpe” a chicchessia, tanto meno all’assessore Calafato”.

“Il sottoscritto – prosegue Talluto – già da subito è pronto a restituirTi l’incarico ricevuto restandoTi comunque grato, in quanto non ho sicuramente bisogno di medagliette di alcun genere per continuare il mio personale percorso di uomo e di professionista.

Non sono certamente un “luminare”, ma non mi sento un improvvisato né tanto meno un rampante assessore di questa Città, così come vorrebbero far credere i “veri luminari” che delle critiche fanno il loro cavallo di battaglia su qualche giornale on line”.

“Mi preme invece e comunque ringraziare tutti gli imprenditori e le persone comuni che negli stessi giornali on line hanno avuto parole di elogio verso la mia persona”.

“Caro Sindaco, come Tu ben sai, ho conquistato la mia professionalità con i fatti e con azioni reali, con grande spirito di abnegazione e sacrificio che mi hanno consentito di ricoprire, ed a pieno titolo, cariche quali Segretario provinciale della Confesercenti di Caltanissetta, Presidente Regionale dell’Unione Artigiani Italiani e delle piccole e medie imprese, Presidente dell’Osservatorio per le emergenze sociali e Presidente della Associazione Culturale “Aracne”, tutte cariche che negli anni mi hanno consentito, seppur silenziosamente, di entrare in contatto con il mondo sociale ed imprenditoriale, così guadagnandomi la loro fiducia e la loro stima, fuori da schemi ed etichette partitiche e sociali.

Ti Ringrazio ancora per la fiducia e la stima che hai saputo dimostrarmi, ed ancora una volta rimetto a Te l’incarico conferitomi, pronto ad accettare con serenità qualsiasi Tua decisione. RinnovandoTi la stima di sempre”.

Caltanissetta lì 31.3.2014 Nicola Talluto

foto Seguo news

Commenta su Facebook