Diecimila uova senza marchi. Scatta il sequestro dei NAS

854

Diecimila uova sequestrate e sigilli anche ad un deposito e un automezzo. L’operazione, condotta dalla sezione di polizia giudiziaria Ambiente e Sanità e dai carabinieri del Nas di Ragusa, è scattata ieri mattina quando gli investigatori hanno notificato – oltre ai provvedimenti di sequestro – cinque avvisi di garanzia ad altrettante persone a vario titolo implicate nella gestione del deposito alla periferia del capoluogo nisseno.
Ai cinque indagati tutti assistiti dall’avvocato Alberto Fiore, come riporta il giornale di sicilia, verrebbe contestato il reato di alterazione di alimenti, accusa originata dalla mancata marchiatura – ormai obbligatoria – di una consistente partita di uova. Sono in corso anche altri accertamenti di natura sanitaria i cui risultati potrebbero imprimere una svolta all’inchiesta iniziata da qualche mese.

Commenta su Facebook