Dieci ore di ritardo nel volo Santorini-Catania. Bloccati tanti siciliani

1048

Dieci ore di ritardo per un volo con 200 passeggeri che dall’Isola di Santorini dovevano far rientro all’aeroporto Fontanarossa di Catania. Un disagio che nel giorno di ferragosto ha avuto ripercussioni anche su tanti siciliani che da Catania dovevano andare in vacanza, con il volo organizzato da alcuni tour operator.

“Da stamattina la nostra linea telefonica è stata presa letteralmente d’assalto da decine di chiamate di passeggeri siciliani bloccati nello scalo greco di Santorini a causa di un ritardo di 10 ore del vettore. Secondo quanto riferitoci, sarebbero oltre 200 (tra cui anche bambini) i siciliani costretti a trascorrere tra evidenti disagi la vigilia del ferragosto chiusi in aeroporto. Ma vi è di più, a quanto pare tale ritardo ha comportato anche lo slittamento del volo in partenza da Catania per la meta greca creando medesimi disagi anche ai passeggeri in partenza dallo scalo etneo. Un’odissea quindi che ha sconvolto i programmi di tutti i passeggeri creando gravi disagi e danni economici inammissibili”.

Lo afferma in una nota il CODICI – Centro per i Diritti del Cittadino – Sicilia che è in contatto diretto con alcuni dei passeggeri in questione. “Appreso quanto accaduto – prosegue la nota – Il CODICI si è subito attivato mettendo a disposizione il proprio ufficio legale che assisterà legalmente gli utenti che intenderanno richiedere il risarcimento dei danni subiti oltre all’indennizzo economico come per legge. E’ chiaro infatti come nel caso di specie la compagnia aerea non ha rispettato gli standard europei. Per tale ragione infatti l’associazione ha preannunciato anche che invierà un esposto all’Enac. Infine, teniamo ad informare i passeggeri – continua il CODICI -che in materia di trasporto aereo è previsto un rimborso minimo per ritardo superiore a 3 ore o per la cancellazione del volo, oltre al risarcimento di tutti i danni subiti da inadempimento contrattuale, ivi incluso il danno morale e le altre tipologie di danno personale . Per tale ragione – conclude la nota- invitiamo chi è interessato a a chiamare il numero 320.2281052 o inviare una mail a: segreteria.sicilia@codici.org per chiedere con la nostra assistenza l’indennizzo e il risarcimento dei danni.

Commenta su Facebook