Delia, dopo furti a tappeto Enel ripristina linee elettriche. Sospiro di sollievo per imprenditori agricoli

851

Gli abitanti e gli imprenditori agricoli di “Draffù” e “Marocco”, campagne vicine a Delia ma in territorio di Caltanissetta, possono finalmente tirare un respiro di sollievo.

Foto G_BancheriDa qualche giorno infatti, nelle due contrade, sono iniziati i lavori per ripristinare le linee elettriche che nelle nottate tra l’1 e il 2 dicembre 2015 sono state bersaglio di ripetuti furti ad opera di ignoti che hanno provocato l’interruzione della fornitura elettrica a diverse aziende agricole e disagi agli abitanti della zona.

A darne notizia il sindaco di Delia, Gianfilippo Bancheri, che nei giorni scorsi, facendosi portavoce delle segnalazioni di vari imprenditori della zona, aveva inviato una lettera alla Direzione dell’Enel e al Comando provinciale dei Carabinieri di Caltanissetta e di Delia per denunciare i fatti accaduti.

Nella lettera il primo cittadino ha, tra l’altro, evidenziato <<che in contrada Marocco insistono un’allevamento di animali ovi-caprini e una struttura agroindustriale adibita alla produzione di funghi (fungaia) che hanno subito già disagi economici>> e che è necessario quindi ripristinare con urgenza le linee elettriche interrotte per garantire la continuità produttiva alle aziende agricole colpite e dare sicurezza ai cittadini residenti>>.

Non è la prima volta che il sindaco si fa carico delle richieste e delle preoccupazioni dei cittadini e degli imprenditori agricoli<< danneggiati e preoccupati – ha detto Gianfilippo Bancheri – per i danni economici causati dalla mancanza di corrente elettrica e per l’assenza di illuminazione che possono avere anche ripercussioni per l’ordine e la sicurezza pubblica>>.

Il primo cittadino ha rimarcato la sua soddisfazione per la celerità con la quale sono stati iniziati i lavori di ripristino delle linee elettriche. Ha anche ringraziato la Direzione Enel di Caltanissetta, in particolare il capo area, Ludovico Russo, per la solerzia e la disponibilità mostrate.

Commenta su Facebook