Delia il comune più “riciclone” della Sicilia. Il sindaco Bancheri premiato da Legambiente

828

Delia è il primo comune “Riciclone” in Sicilia. Vincitore, tra i comuni al di sotto dei 10 mila abitanti, “per avere superato il 65% di raccolta differenziata e per avere abbattuto la tassa comunale sui rifiuti urbani”.

IMG-20160512-WA0009 (1)A dirlo è Legambiente che anche quest’anno ha stilato la classifica dei comuni virtuosi per gli eccellenti risultati ambientali raggiunti.

Ieri mattina il sindaco Gianfilippo Bancheri ha ricevuto la menzione speciale di Legambiente. A consegnare l’attestato il vice presidente dell’Anci Sicilia, Paolo Amenta.

«Sono veramente emozionato e allo stesso tempo orgoglioso – ha detto il sindaco di Delia – per questo riconoscimento ambito. Un premio che va non solo non solo all’amministrazione e all’organizzazione comunale ma a tutta la comunità, che in questi anni ha sempre dimostrato di avere un alto senso civico e rispetto per l’ambiente. Sono i cittadini i veri destinatari di questo risultato perché essi sono i veri protagonisti della rivoluzione ambientale di Delia. Con il loro comportamento virtuoso hanno di fatto contribuito ad innalzare il livello di civiltà ambientale e la qualità della vita del territorio. Un territorio il nostro, che ora, ha il vantaggio di essere più accogliente e sicuro per i residenti e per i turisti. Ai cittadini, d’altra parte, grazie all’alta percentuale di raccolta differenziata raggiunta, abbiamo ridotto le tasse sui rifiuti>>.

La cerimonia ufficiale della premiazione si è svolta a Palermo, presso la sede della Presidenza della Regione, nell’ambito della presentazione del dossier “La Gestione dei Rifiuti Urbani in Sicilia” curato dall’ing. Pasquale Nania.

In meno di cinque anni il metodo della raccolta differenziata porta a porta, avviata per la prima volta a Delia da Gianfilippo Bancheri, si è dimostrato vincente e ha fatto dire addio ai cassonetti dell’immondizia. Le buone pratiche e un’efficiente uso delle risorse hanno hanno dato i loro frutti. Da un lato il comune ha ridotto drasticamente il costo del conferimento dei rifiuti in discarica e dall’altro ha ridotto le tasse ai cittadini. Un risultato quindi eccezionale se inquadrato nell’attuale momento di crisi che stanno attraversando i comuni, in particolare quelli piccoli, per la mancanza di risorse.

<<Il riconoscimento di Legambiente ci incoraggia ad innalzare il livello della nostra sfida – ha aggiunto Bancheri. Insieme, istituzioni e cittadini, ci impegneremo di più per raggiungere risultati ancora migliori>>.

Alla cerimonia hanno partecipato tra gli altri Stefano Ciafani, direttore nazionale Legambiente e l’on. Giampiero Trizzino componente della Commissione Ambiente dell’ARS.

Commenta su Facebook