Debiti fuori bilancio, Petitto (Pd): “Ulteriori danni per la collettività. Adesso basta”

“Debiti fuori bilancio vuol dire spese impreviste ed imprevedibili che gravano sulle tasche dei cittadini. I debiti fuori bilancio sono le obbligazioni impreviste, quelle non messe in conto dalla pubblica amministrazione che, però, alla chiusura del bilancio ci sono. Imprevedibili e correlate a situazioni che, ove verificatesi, vanno immediatamente rimosse per evitare il loro ripetersi. Questa è la contestazione che ho fatto ieri al sindaco Roberto Gambino ed alla sua Giunta, durante la seduta del Consiglio Comunale chiamato ad esaminare tre debiti fuori bilancio come unici punti all’ordine del giorno”. Lo scrive in una nota Annalisa Petitto, consigliere comunale del Partito Democratico.

“Sempre ieri pomeriggio, ho inviato al Sindaco un’interrogazione sui debiti fuori bilancio che derivano da sentenze che hanno riconosciuto mansioni superiori per diversi anni a personale della Polizia Municipale. A tal riguardo, la città ha diritto di sapere se sono state rimosse, dopo le sentenze, le cause che hanno originato le vertenze giudiziarie, legittime e dovute, per il riconoscimento del trattamento economico superiore. Sembrerebbe, ma attendiamo la verifica del Sindaco, che stia diventando una “prassi“ non ripristinare le corrette mansioni dei lavoratori inducendoli, per forza di cose, a dover ricorrere al Giudice per le spettanze dovute a fronte della reale attività svolta. Il tutto nella certezza che tanto, a sentenza definitiva, il Consiglio Comunale non possa che approvare i debiti come “fuori bilancio” assumendosene tutte le responsabilità anche davanti alla città che vede spendere i propri denari per questioni che potevano essere evitate a monte. Adesso, basta! Certe “prassi”, attuate peraltro con inaccettabile disinvoltura, vanno scardinate in tutti i modi e chi ne è l’artefice deve assumersene le responsabilità, anche personale, mettendo mano al proprio portafoglio e non a quello della città e dei cittadini”.

Commenta su Facebook