Dalle promesse ai fatti. Opere di compensazione Ss 640, interrogazione di CL Protagonista

1069

Oriana MannellaGiardino della legalità, parco Balate, illuminazione e marciapiedi in via Rochester, discarica di contrada Stretto. Sono queste alcune delle opere di compensazione annunciate e promesse a marzo dal sindaco Giovanni Ruvolo insieme ai vertici di Anas ed Empedocle 2 (contraente generale dell’appalto per il raddoppio della SS640) e sulle quali adesso vuol vederci chiaro la consigliera comunale di Caltanissetta Protagonista, Oriana Mannella, che ha presentato un’interrogazione al Sindaco di Caltanissetta anche per conoscere lo stato dell’arte della bretella di collegamento alla A19.
“L’argomento è di grande attualità ed è stato trattato di recente da Tony Accesi a Radio CL 1, ma ritengo che sia importante una risposta ufficiale da parte del Sindaco che prese dei precisi impegni “in maniera irrituale” anche a nome dei vertici dell’Anas e del contraente Empedocle 2 presenti in quella occasione”, scrive la Mannella.
“I lavori del raddoppio della SS 640 che stanno procurando disagi ai cittadini nisseni, sono in pieno svolgimento, con allungamento dei tempi di percorrenza in entrata e in uscita da Caltanissetta e dal 19 settembre 2014 è completamente chiuso il tratto stradale di quattro chilometri che va dal bivio per Santa Caterina fino alla bretella di ingresso della A19”.
“Nella conferenza stampa del 19 marzo 2015 – prosegue – abbiamo ascoltato tutte una serie di rassicurazioni da parte del Sindaco di Caltanissetta Ruvolo e dell’Assessore Falci, dell’Anas e del contraente Empedocle 2, circa il rispetto degli impegni e la realizzazione delle opere di compensazione. Tra le opere di compensazione, Il Giardino della Legalità nel quartiere San Luca, l’attivazione del tavolo di progettazione del Parco Balate, la Circonvallazione che dovrebbe congiungere la via Rochester con la parte alta della città, la messa in sicurezza definitiva della discarica di contrada Stretto, le opere di urbanizzazione di Pian del Lago, la pavimentazione stradale nel centro urbano, la realizzazione del bivio Santa Caterina”.
La consigliera si chiede dunque se sia confermata la data del 4 dicembre 2015 per la riapertura del tratto a quattro corsie di quattro chilometri e lo stato dell’arte di tutte le opere di compensazione in ossequio a quanto dichiarato nella conferenza stampa del 19 marzo.

Commenta su Facebook