Dalla resistenza al nuovo umanesimo. Riflessione sulla Democrazia Cristiana

818

Si svolgerà sabato 14 marzo – a partire dalle ore 17.30 presso la cripta della Cattedrale di Caltanissetta (ingresso da piazzetta Pescheria) – un incontro di studio dal tema La Democrazia Cristiana: ispirazioni e programmi, protagonisti ed epigoni, radici e metamorfosi del “partito italiano”.
Francesco Monaco FotoAll’incontro, promosso dal Centro Studi sulla Cooperazione “A. Cammarata” e dall’Associazione culturale “Alcide De Gasperi”, interverranno: Agostino Giovagnoli, ordinario di storia contemporanea all’Università Cattolica e il deputato alla Camera Francesco Monaco. Modererà l’incontro il Presidente dell’Associazione culturale “Alcide De Gasperi”, Rocco Gumina.
Per gli organizzatori, riprendere la vicenda della Democrazia Cristiana fatta di protagonisti, programmi, ispirazioni e metamorfosi ci consente di ripresentare il contributo dei cattolici alla repubblica italiana attraverso sia l’impegno nella resistenza al nazi-fascismo sia l’attività di alcuni fra i più significativi leader politici della storia del Paese come De Gasperi, Dossetti, Lazzati, La Pira, Moro. Inoltre, bisogna precisare che tornare a riflettere sulla Democrazia Cristiana non è opera di semplice memoria di un passato non più proponibile o di ricordi e affetti personali e comunitari. Tuttavia, non si tratta nemmeno di un tentativo culturale che preannuncia la nascita di un nuovo soggetto partitico di ispirazione cristiana a livello locale o nazionale. È, invece, un’operazione capace di farci leggere criticamente da un lato la storia italiana dal dopoguerra in poi, dall’altro di cogliere in profondità le incontro 14 jpegdifferenze fra passato e presente dell’impegno politico dei cattolici. Altresì, ripercorrere la vicenda della Democrazia Cristiana ci dona la possibilità di affermare implicitamente la necessità, in quanto cattolici, di tornare all’impegno politico sia nella prospettiva del pensiero, ovvero tornare a produrre cultura politica, sia nell’ottica dell’azione in un contesto fatto di scelte plurali e di assenza di un unico contenitore partitico. Dunque, l’incontro culturale si colloca su quel crinale, già preannunciato da Pietro Scoppola, che ricerca a partire dalla storia passata la definitiva transizione dalla Democrazia Cristiana alla democrazia dei cristiani.
Centro Studi sulla Cooperazione “A. Cammarata”
Associazione Culturale “Alcide De Gasperi”

Commenta su Facebook