Dal 20 giugno, Giornata mondiale dei profughi, percorso di riflessione sul concetto di “erranza”.

780

(Riceviamo e pubblichiamo) La Rassegna Erranza e Approdi, proposta dall’Amministrazione comunale di Caltanissetta, con il concorso di altri Enti (Prefettura, Questura, Guardia di Finanza, Diocesi di Caltanissetta, Provincia Regionale di Caltanissetta, Regione Sicilia, Centro EDA, Università degli Studi di Palermo, Ufficio Scolastico Provinciale, Distretto Valle dei Templi), Associazioni (Centro di Studi filologici e linguistici siciliani, AGESCI, Allattamore, Bney Efraim, Bao, Nissetnica, ANOLF, Migranti Solidali) e artisti, intende iniziare, a partire da giorno 20 giugno, Giornata mondiale dei profughi, indetta dalle Nazioni Unite, un percorso di riflessione sul concetto di “erranza”.
70X100Una mostra, innanzitutto, di due artisti di straordinaria sensibilità e dal percorso maturo e intenso, Vincenzo Ognibene e Manlio Geraci, proporranno nelle Sale di Palazzo Moncada un prestigioso allestimento di opere pittoriche e istallazioni aventi per oggetto tre focus: lo sradicamento dalle terre, l’Inquisizione in Sicilia e l’ebraismo della diaspora, la nuova immigrazione nel Mediterraneo.
L’esperienza dello sradicamento viene oggi associata ad un problema che sembra essere unicamente quello della migrazione. In realtà ciascun individuo è, come dice Salman Rushdie, un individuo “tradotto”, in quanto affronta in diversi momenti della sua vita uno o più spostamenti che lo inducono a rimettere in discussione la sua stessa identità. Passaggi e transizioni, fisici o spirituali, spaziali o socio-economici, generazionali o linguistici, contraddistinguono qualunque esistenza, imponendo, con gradi diversi di consapevolezza, di rimettere in discussione le proprie conquistate certezze. Nuove conquiste e nuovi approdi, frutto di sacrifici e di crisi, di conflitti e di disperazioni, riguardano la microbiografia e la macrobiografia di intere comunità.
Il collante del Festival è proprio la mostra dal titolo omonimo che arricchirà le sale del prestigioso palazzo seicentesco della Famiglia Moncada. Giorno 20 giugno, alle ore 17 si terrà la Conferenza di Presentazione.
Dopo i saluti delle autorità seguirà la presentazione con i due artisti, il curatore della mostra prof. Diego Gulizia, William Di Noto, Coordinatore del progetto Ri-VITA e la presentazione del Progetto Rifugèes del Liceo scientifico tecnologico Mottura. Presso l’Atrio del Palazzo Comunale, in contemporanea, verrà allestita la mostra fotografica “Una nuova vita” di Valentina Celano.
Attorno alla mostra, per un intero mese, si organizzeranno ulteriori mostre fotografiche, visioni cinematografiche, concerti, incontri e dibattiti. Si comincerà, giorno 24 alle ore 18.00: la Scuola di italiano per stranieri di Palermo nella persona del Direttore, prof. Mari D’Agostino, presenterà il progetto “Dai barconi all’Università”. Giorno 26, in corso Umberto alle ore 21.00, seguirà un concerto di Francesca Incudine. Giorno 27 alle ore 18.00,  verrà presentato il libro “Parole migranti” di Roberto Sottile e Giovanni Ruffino dell’Università di Palermo, a testimonianza di come la Sicilia sia stata zattera di approdo anche per le lingue che dall’Oriente si sono trasferite in occidente a seguito di popolazioni, sempre in movimento. Presso la Biblioteca Scarabelli sarà invece organizzata una mostra permanente di libri sull’emigrazione siciliana all’estero che vedrà il contributo del Museo dell’emigrazione di Acquaviva Platani.
Seguirà programma dettagliato nei prossimi giorni. La rassegna è finanziata con un contributo della CMC di Ravenna.
Marina Castiglione
Assessore alla Creatività e Cultura
 

Commenta su Facebook