Da Catania per curare l'immagine di Ruvolo. 12 mila euro per cinque mesi al nuovo esperto del sindaco

4292

E’ destinata ad accedere la miccia delle polemiche la delibera con cui il Sindaco Giovanni Ruvolo ha assunto al Comune di Caltanissetta un esperto per curare la propria immagine (formalmente chiamato per la comunicazione istituzionale, attività però che andrebbe espletata dall’addetto stampa o dal portavoce, figura quest’ultima fiduciaria e di cui il sindaco avrebbe tutta la possibilità di avvalersi). Non tanto e non solo perchè è stato chiamato un giornalista di Catania Sebastiano Molino, già dipendente del comune come capo redattore dell’ufficio stampa, ma perchè la nomina, 12 mila e cinquecento euro da qui fino a dicembre, arriva proprio mentre il Sindaco chiede ai cittadini un ulteriore sacrificio per la tariffa rifiuti. Il comune di Catania, infatti, ha dato una deroga al giornalista soltanto rispetto all’esclusiva che lo vincolava per la sua prestazione giornalistica e non per l’orario di lavoro che continuerà a svolgere presso il comune etneo.
Duro il commento del Movimento del cittadino – Lega nissena -, con Fabiano Lomonaco. “A Caltanissetta non esistono giornalisti per Ruvolo che affida l’incarico di esperto, in gran segreto, il 15luglio al dott. Sebastiano Molino dipendente del comune di Catania che ieri e’ stato autorizzato dalla propria amministrazione. Mentre Ruvolo aumentava la Tari, in gran segreto , lo nominava esperto per 12.500 euro sino al dicembre 2015. Non ha pudore – dice Lomonaco – altro che sindaco civico e solidale. Civico con i nisseni, solidale con i suoi amici. Vergogna. Peraltro il prescelto potra’ curare l’immagine del sindaco solo fuori dagli orari d’ufficio. Complimenti sindaco”

Commenta su Facebook