“Cyberbullismo e uso consapevole della rete”, la Polizia di Stato incontra docenti, genitori e studenti dell’IPSIA Galileo Galilei di Caltanissetta

624

L’iniziativa rientra nelle attività di polizia di prossimità disposte dal Questore Bruno Megale e dedicate al mondo della scuola.

Mercoledì pomeriggio presso l’Aula Magna dell’Istituto Professionale per i Servizi l’Industria e l’artigianato “Galileo Galilei” di Caltanissetta, si è tenuto un incontro, al quale hanno partecipato circa 120 tra docenti e genitori, organizzato dal Dirigente Scolastico, Prof. Loredana Schillaci, sul tema “Cyberbullismo e uso consapevole della rete”.

I servizi della Rete, quali sono i reati più gravi commessi on-line, cos’è l’adescamento, il sexting, il bullismo e il cyberbullismo, ma soprattutto come difendersi e quali sono le regole del mondo “virtuale” ed i pericoli legati alla dipendenza da internet.

La d.ssa Gabriella Tomai, magistrato del Tribunale per i minorenni di Caltanissetta e l’Ispettore superiore Salvatore Falzone, dell’Ufficio stampa della Questura, ai numerosi educatori presenti in sala hanno, altresì, illustrato le “buone prassi che gli stessi devono seguire per la gestione dei casi di prepotenze on-line nel sistema scolastico”.

Stamane l’ispettore Falzone ha incontrato un primo gruppo di studenti, dei 600 totali, ai quali per l’anno in corso è stato destinato il presente progetto di prossimità della Polizia di Stato. Ai ragazzi sono stati proiettati i video della web serie “Se mi posti ti cancello”, prodotti dal MIUR, Polizia di Stato e Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza.

I ragazzi sono stati invitati a seguire le pagine Facebook e Twitter della “Polizia di Stato”, dell’”Agente Lisa”, del “Commissariato di PS Online” e di “Una vita da social”, nelle quali quotidianamente vengono postati utili informazioni sulle minacce relative ai nuovi virus, alle truffe più subdole o alle bufale più improbabili che girano sul web. Inoltre è stata illustrata la nuova App del Commissariato di PS Online, scaricabile sulle app store di Apple e Android.

Altre incontri con gli studenti saranno svolti fino al mese di aprile.

Al termine di ogni incontro ai ragazzi sarà distribuito un opuscolo divulgativo sulle predette tematiche realizzato dall’Ufficio stampa della Questura di Caltanissetta e finanziato dall’Istituto scolastico diretto dalla Prof. Schillaci, nell’ambito di uno specifico progetto.

Commenta su Facebook