"Cultura gender non sia sdoganata a scuola". Pagano su circolare Miur, "primo passo"

768

“La circolare del Miur chiarisce che la teoria gender a scuola non puo’ essere assolutamente sdoganata, solo ai genitori spetta la esplicita autorizzazione su ogni attivita’ extracurricolare. E’ questo il grande risultato dell’imponente mobilitazione di piazza San Giovanni. Il Ministero precisa che per qualsiasi attivita’ extracurricolare e’ necessario il consenso informato e l’autorizzazione dei genitori. Un intervento in linea con l’ordine del giorno di Area popolare approvato alla Camera in sede di prima lettura del ddl Buona Scuola, con le pressanti mediazioni dei senatori di Ap e che rende giustizia della battaglia intrapresa dal comitato dei ‘Parlamentari per la Famiglia’, per garantire il diritto dei genitori all’educazione dei propri figli come sancito dalla Costituzione”.
E’ quanto dichiara il deputato di Area popolare Alessandro Pagano, tra i promotori del comitato ‘Parlamentari per la Famiglia’.
“Questo e’ il primo passo. Il nostro impegno prosegue per evitare che l’ideologia gender possa comunque surrettiziamente inserirsi a scuola, anche per le attivita’ curricolari. Per questo – prosegue Pagano – dovra’ continuare la sinergia con il popolo di piazza San Giovanni, di cui ci sentiamo parte integrante, con le associazioni delle famiglie e con il comitato promotore della manifestazione dello scorso 20 giugno, che ha annunciato che si strutturera’ in maniera permanente. E, soprattutto – conclude il parlamentare di Ap -, va aperta una seria riflessione sulle funzioni dell’Unar, l’Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali che al 90% ormai si occupa di gender, le cui attivita’ tanto disagio e tante preoccupazioni hanno generato nelle famiglie italiane”

Commenta su Facebook