Cronoscalata Termini Caccamo. Nelle moderne il pilota nisseno Rino Giancani cerca il bis.

1027

Toto Riolo Osella Stenger (Sc Bologna SC. n. 198)Entrerà nel vivo sabato con le verifiche tecniche e sportive la Termini – Caccamo 2015, gara di velocità in salita per auto storiche organizzata dall’Automobile Club Palermo e valida per il Campionato Siciliano della Specialità. Sarà il Museo del Motorismo Siciliano e della Targa Florio di Termini Imerese ad ospitare a partire dalle ore 15.00 le operazioni di verifica che si chiuderanno alle ore 19.00 e che vedranno sfilare uno ad uno gli appassionati piloti e le loro splendide auto prima dello start di gara prevista per domenica mattina  sul tecnico e selettivo percorso che si snoda sui 7,1 Km che uniscono Termini Imerese con il caratteristico borgo medievale di Caccamo, località particolarmente nota per il suo castello. La competizione si svolgerà interamente nella giornata di Domenica 30 Agosto con doppia salita di ricognizione per i prototipi e manche unica per tutti gli altri. La parata di auto classiche “Sicilian Legend” con auto di particolare prestigio precederà la salita di gara. L’elenco degli iscritti che vede blasonati nomi del motorsport isolano, godrà come nella passata edizione del pubblico delle grandi occasioni.

“La Termini Caccamo – spiega il presidente dell’AC Palermo Angelo Pizzuto – rappresenta una di quelle manifestazioni che dopo essere rimasta a lungo nel cuore e la mente di tanti appassionati, meritava di essere ripresa e recuperata. Abbiamo iniziato l’anno scorso con una edizione particolarmente riuscita, contiamo di ripetere il medesimo successo anche nel 2015, migliorando ovviamente quei dettagli certamente perfettibili di cui dobbiamo fare tesoro. La risposta in termini di gradimento dei piloti c’è e di questo ne siamo orgogliosi. Aspettiamo adesso che il pubblico venga a divertirsi”.

Ed a proposito di protagonisti, sono 61 i driver che vorranno iscrivere il loro nome sull’albo d’oro della competizione. Tra le sport prototipo di 4° Raggruppamento svettano senz’altro la Bogani Alfa Romeo Sport Nazionale da 2000 cc del cerdese Totò Riolo, il portacolori Bologna Squadra Corse che ha rinunciato al coincidente impegno nel tricolore, per onorare la presenza alla gara di casa, dove è anche impegnato in prima persona nell’organizzazione in qualità di pilota e presidente della Commissione Sportiva dell’AC Palermitano.

Altre biposto sotto i riflettori saranno l’Osella PA 9/90 BMW e la Lucchini 3000 SN Alfa Romeo portacolori della Scuderia ASPAS,

Il pilota nisseno Rino Giancani
Il pilota nisseno Rino Giancani

rispettivamente affidate al driver e preparatore Ciro Barbaccia ed al gentleman palermitano Manlio Munafò. Sempre in 4° Raggruppamento tra le auto turismo la BMW M3 di Angelo Diana e la Renault 5 GT Turbo del pilota di casa Giorgio Scimeca. In 3° Raggruppamento occhi puntati sull’esperto Giuseppe Savoca che con la sua fida e spettacolare BMW 635 CSI per i colori della Valdelsa Classic Motor Club vorrà bissare il recente successo della Floriopoli Cerda, dovendo lottare però con gli agguerriti piloti delle Porsche 911, quella del forte Natale Mannino, il palermitano della Festina Lente già sul podio della gara nel 2014. Alla corsa per il successo si candidano certamente Antonio Di Lorenzo, l’alfiere della Scuderia Pegaso Giuseppe Bellomare. Nel 2° Raggruppamento presente il vincitore ed autore del miglior tempo in assoluto nel 2012 “Claudio 65” sulla Porsche 911 RSR nei colori del Gruppo Trinacria Corse, vincitore di raggruppamento anche alla Floripoli-  Cerda, sulla Renault Alpine A 110 si ripropone Angelo Contino, come il nisseno Giuseppe Territo sulla Mini Cooper S. Il giovane collesanese Pier Luigi Fullone su BMW 2002, dopo il brillante successo a Cerda mira al bis a Termini, ma ancora sarà sfida con la gemella di antonio Piazza e con le Porsche di Gaetano Gioè e Giuseppe Salerno.

Spettacolo assicurato anche tra le auto moderne al via Antonino Rotolo, il pilota di Termini della S.G.B. Rally sulla Elia Avrio con motore Suzuki, già secondo a Cerda tra le auto moderne, che in casa punta alla vetta, quindi, duello garantito anche con il nisseno Rino Giancani, anche lui su Elia, vincitore alla “Floriopoli”. Portacolori del Motor Team Nisseno, oltre Giancani, anche l’altro giovanissimo velocista di Caltanissetta, ovvero Salvatore Miccichè su Radical SR4, mentre su Ligier JS 51 sarà Mario Rotolo.

 

Commenta su Facebook