Crocetta: “E’ il centrodestra ad aver rovinato Caltanissetta. Se amano la città invitino a non votarli”

1814

E alla fine Rosario Crocetta a Caltanissetta è venuto. Non solo, ha affrontato il popolo inferocito della formazione professionale, riuscendo dopo un difficilissimo e teso confronto a strappare un applauso dai lavoratori degli sportelli multifunzionali.

Il presidente della Regione ha partecipato all’incontro all’istituto Testasecca insieme a diversi candidati nelle liste del consiglio comunale di PD e Cambiare Caltanissetta. Non c’era Giovanni Ruvolo, il candidato sindaco è impegnato a Palermo a risolvere un’emergenza nel suo laboratorio di ricerca.

A Sergio Iacona e al centro destra che dal palco dell’auditorium lo avevano accusato di non venire a Caltanissetta perchè consapevole di stare operando per depauperare il capoluogo a vantaggio di Gela, Crocetta risponde in modo caustico.

“Io mi sento nisseno, perchè mi sento di questa provincia e questa città che ho frequentato fin da bambino e in cui ho tanti amici. Ho sempre voluto bene a questa città, trovo veramente ridicolo tutto questo.

Veramente è il centrodestra che ha rovinato questa città e si dovrebbe mettere da parte, facciano autocritica. Il centrodestra dovrebbe dire, se amasse questa città, per favore non votateci”.

Sul candidato sindaco Giovanni Ruvolo Crocetta dice: “è anche un uomo indipendente dai partiti ed io credo che abbiamo bisogno oggi non soltanto di anti-politica ma di quella politica che mette in discussione il modo tradizionale di fare politica ma allo stesso tempo dialoga, costruisce progetti non soltanto sulla protesta ma anche sul cambiamento vero delle riforme”, ha detto il presidente della Regione riferendosi al Polo Civico che sostiene Giovanni Ruvolo insieme al PD.

Commenta su Facebook