Croce Rossa. Conclusi gli esami ecco i nuovi "monitori" di primo soccorso

1012

Si è svolto domenica 25 gennaio presso i locali della Croce Rossa Italiana di Caltanissetta l’esame finale del corso monitori di primo soccorso a cui hanno preso parte venti volontari appartenenti ai comitati provinciali di Agrigento, Caltanissetta e Enna, ed al Comitato Locale di Gela. Questo esame, preceduto da un corso di 60 ore tenuto da due capo monitori ha avuto la finalità di formare un nuovo staff qualificato per poter tenere lezioni di primo soccorso e di educazione sanitaria alla popolazione civile, alle aziende ed ai nuovi volontari nei corsi base di reclutamento e nei corsi di formazione specialistici nel campo del soccorso sanitario.
20150125_123455La commissione di esame è stata composta da Nicolò Piave, delegato del Presidente Regionale CRI Sicilia Avv. Rosario Valastro, dal Referente Sanitario Provinciale Dott. Calogero Guarino, dai due capo monitore Dott. Michele Liccardo del Comitato di Caltanissetta e Francesco Messina del Comitato di Siracusa;
Al termine dell’esame è stato comunicato l’esito che si è rivelato positivo per tutti i venti i candidati aspiranti monitori di primo soccorso;
Il Presidente della Commissione, nonché il Presidente Regionale che ha fatto visita a Caltanissetta per un saluto alla consulta dei giovani nonché agli aspiranti monitori di primo soccorso,  hanno rinnovato l’augurio di buon lavoro a tutti i neo-monitori che oggi hanno concluso un lungo percorso di formazione che li porterà a diffondere il primo soccorso nelle scuole, negli ambienti di lavoro, nelle parrocchie, ed in qualsiasi luogo sia necessaria la formazione sanitaria, in particolare per i cittadini.
I neo-monitori sono:
Acacia Michela, Bologna Floriana, Cadetto  Luisa, Curatolo Alessandra, Demaria Federica, Di Natale Francesca, Falduzza Mirella, Giardina Giusy, Glorioso Domenico, Granvillano Ugo, Lacagnina Ignazio, Mezzasalma Alessio, Micciche’ Andrea, Porrello Giovanni, Rizzo Maria Grazia, Russo  Laura, Sciandrone Annagrazia, Vita Angelo, Vita Enzo.

Commenta su Facebook