Cresce volontariato a Caltanissetta. Completati i corsi ed espletate le prove d’ammissione alla CRI.

1945

Corso Base Volontari - Croce RossaSi sono svolti gli esami dei due corsi base per aspiranti volontari organizzati dal Comitato provinciale della Croce Rossa Italiana di Caltanissetta. La Commissione, formata dal direttore del corso Anna Cardinale, dall’istruttrice di Diritto internazionale umanitario Marta Vianale, dalla presidente CRI Silvia Capri ha giudicato idonei 47 volontari che andranno ad aggiungersi ai 180 che già operano nel territorio nisseno.

Il corso si prefigge le seguenti finalità: sensibilizzare gli iscritti sulla storia dell’Associazione, la cultura e i valori dei suoi sette principi fondamentali, assicurare una visione d’insieme dei servizi da svolgere nell’ambito locale, nazionale e internazionale, formare alle pratiche indispensabili per salvare la vita.

La formazione si è articolata in lezioni frontali ed esercitazioni pratiche, in sintonia con la cosiddetta “Strategia 2020” i cui obiettivi primari hanno lo scopo di tutelare e proteggere la salute e la vita, favorire il supporto e l’inclusione sociale, promuovere lo sviluppo dei giovani e la cultura della cittadinanza attiva. Particolarmente importanti sono state le lezioni sugli elementi di primo soccorso, indispensabili per disostruire le prime vie aeree, prestare aiuto a chi è colpito da infarto del miocardio, edema polmonare, traumi di vario genere.

Il volontariato è, secondo la Decisione del Consiglio UE del 2009 “una delle dimensioni fondamentali della cittadinanza attiva e della democrazia, nella quale assumono forma concreta valori europei quali la solidarietà e la non discriminazione”. Secondo dati recenti del Censis , il 26% degli italiani e il 20 % degli europei – in leggera prevalenza donne – svolgono attività di volontariato, con punte di impegno pari al 34% nei giovani I settori nei quali si concentrano le attività attengono a sanità, assistenza, ambiente, tutela dei diritti, cultura, sport.

I volontari della CRI si occupano dei soggetti vulnerabili: malati, giovani, emarginati sociali, anziani, bambini, disabili, detenuti, immigrati, profughi. Sono presenti, inoltre, laddove situazioni di emergenza ne richiedono l’intervento per prestare soccorso e assistenza alle popolazioni.

Questi i nomi dei soci che hanno superato l’esame:

Asaro Giulia Clara, Baglio Cataldo Salvatore, Baglio Giuseppa Catena, Bertolone Giuseppe, Biancucci Ilaria Michela,  Cumbo Calogero, Genova Francesca, Giordano Graziella, Guarino Calogero, Lampasona Maurizio Mirko Maria, Lauria Rosario, Li Calzi Carol, Manta Palmiro, Martines Maria Alfonsa, Mazza Cataldo, Parlagreco Angelo, Parlagreco Maria Savia, Paternò Aurora Antonia, Pirrello Concetta, Reportaru Anna Maria, Sardo Andrea, Zimarmani Andrea, Alù Alessandro, Castellano Gianluca, Alessi Martina, Alù Antonio, Amico Martina Maria, Ariosto Antonino, Ballatore Diego, Bongiorno Pietro, Bonsignore Marzia, Calabrese Alessia, Cappalonga Gaetana, Cartera Cristina, Cortese Calogero, Dell’Utri Maria Santina, Geraci Gregorio, Gurrieri Giulio Luciano, Lombardo Stefania, Macro Igino, Mazza Gaia, Mazza Giulia, Mirisola Anna Giada, Mirisola Giorgia, Mistretta Salvatore Domenico, Taibi Francesca, Tripisciano Fabiola.

Cordiali Saluti
IL DELEGATO PROVINCIALE AREA VI

(Staff Segreteria del Presidente)
Nicolò PIAVE)

Commenta su Facebook