Covid, muore a 55 anni Franco Ferraro, punto di riferimento dello Stadio Tomaselli

Si è spento all’età di 55 anni Franco Ferraro, custode dello stadio Tomaselli di Caltanissetta. Ferraro era di Riesi e aveva scoperto di essere positivo al coronavirus soltanto pochi giorni fa con un tampone rapido e come ha spiegato il sindaco Salvatore Chiantia in un messaggio alla cittadinanza, era ancora in attesa dell’esito del tampone molecolare quando le sue condizioni si sono aggravate fino al decesso. “Era in attesa della conferma da parte dell’Asp”, ha detto Chiantia.

Custode dello stadio Tomaselli di cui conosceva tutti i segreti che metteva a disposizione per risolvere le problematiche che di volta in volta si presentavano, Ferraro era anche infermiere pur non praticando la professione.

Il cordoglio e la tristezza viaggiano tra Riesi e Caltanissetta. “Ciao, Francesco, oggi hai colto tutti i Riesini di sorpresa – scrive il sindaco Salvatore Chiantia -. Tu, che hai sempre avuto un atteggiamento riservato, rispettoso, che non amavi il clamore, oggi hai voluto tuonare. Non doveva succedere, ma questo Virus è micidiale e continua a mietere vittime nella nostra comunità. A nome della Città di Riesi, l’Amministrazione Comunale ti dà questo ultimo saluto e porge le più sentite condoglianze a tutta la Famiglia, stringendosi al dolore di tua moglie e dei tuoi adorati figli”.

La scomparsa del 55enne ha destato grande commozione anche a Caltanissetta dove lavorava. “Una notizia terribile che abbiamo appreso in mattinata e che ha causato un grande dolore alla società e alla squadra – scrive la Nissa Fc sul suo sito -. Ricordiamo Franco come una persona gentile, sempre disponibile. Un grande amico. Un vero signore. Ciao Franco, rimarrai sempre nei nostri cuori. Ai familiari le condoglianze della società biancoscudata”.

“Lutto doloroso ed improvviso per la grande famiglia degli sportivi nisseni” scrive la Dlf Nissa Rugby che ricorda Ferraro come persona “umile, disponibile, operoso, sempre alacre e gentile. Svolgeva il suo lavoro con impagabile passione”. La società di Rugby che da anni si allena e gioca al Tomaselli e che con Ferraro aveva stretto un rapporto consolidato porge le più sentite condoglianze ai suoi cari e lo ricorda con affetto “per la disponibilità e la costante dedizione spesa nella cura dello stadio”. Il direttore sportivo Andrea Lo Celso dà voce al cordoglio della società rugbistica nissena: “Franco era, è, sarà sempre uno di noi. Persona affidabile, leale e corretta. Lascia un grande vuoto sia sotto il profilo professionale, che quello umano”.

“L’ASD Marathon Caltanissetta – si legge in un altro post – è vicina alla famiglia del Sig. Franco sempre disponibile nei nostri confronti e sempre gentile. Infinito dispiacere”.

Cordoglio è stato espresso  dall’assessore allo sport del Comune di Caltanissetta Fabio Caracausi. “Avevamo concluso la nostra chiamata mercoledì scorso con l’impegno di risentirci per sapere come stavi – scrive l’assessore -. Anche in malattia mi hai risolto un problema nell’impianto e ci tenervi a farlo tu telefonicamente. Sempre presente, sempre disponibile, sempre rispettoso. La tristezza e il dolore nell’aver perso un amico sono infinite”.

Commenta su Facebook